Champions League verso Messi-Ajax

Gare d’andata delle semifinali di Champions League con verdetti sembrerebbero già scritti.

La magnifica coppa dalle “grandi oecchie”

Gare d’andata delle semifinali di Champions League con verdetti che sembrerebbero già scritti. 

Champions League verso Messi-Ajax

I ragazzi dell’Ajax vanno ad espugnare il campo del Tottenham ed aumentano le loro chance di presentarsi a Madrid, stadio sponda Atletico, il prossimo 1 giugno per la finalissima del Sabato sera. Il Barcellona supera netto, nel risultato ma non nel gioco, il Liverpool e costringe i Reds ad una impresa per ribaltare lo 0-3 tra una settimana all’Anfield. La banda di Ten Haag è stata autrice di un ottimo primo tempo in quel di Londra, confermando ancora una volta una certa solidità ed esuberanza di gioco che le aveva concesso di superare indenni gli ostacoli Real Madrid e Juventus. Nella ripresa hanno sofferto la reazione inglese, ma tutto sommato hanno ben contenuto meritandosi la chance di passare quella partita che più conta nel panorama europeo.

Al Camp Nou tutta un’altra storia. Si può forse dire che la semifinale Barcellona-Liverpool rappresenti la vera finale della competizione, e il match non ha per nulla tradito le attese. Gli uomini di Klopp sono stati puniti eccessivamente nel punteggio avendo disputato una partita gagliarda e di sostanza, capaci di imbrigliare i blaugrana. Suarez nel primo tempo e la doppietta di Messi nella ripresa, indirizzano pesantemente  l’esito della disfida. Salah ha centrato un clamoroso palo che poteva dare qualche spiraglio in più per il ritorno, ma è altrettanto vero che chi ha Messi in squadra il più delle volte il risultato lo porta a casa.

L’argentino ha giocherellato fino al 75’ senza mai essere appariscente, ma dopo il suo rocambolesco gol del 2-0 è salito in cattedra e con un paio di accelerazioni ha spaccato la partita. La rete su punizione da trenta metri all’incrocio di Alisson è una chicca balistica che ha lasciato pubblico allo stadio e telespettatori attoniti. Poi le due percussioni che potevano consentire di rimpinguare il bottino, banalmente ciccate dai compagni.

Ora i ritorni. Il Tottenham può farcela anche senza la sua punta di diamante Kane, ferma ai box per l’infortunio subito nei quarti contro il City, ma dovrà fare sudare parecchio in quel di Amsterdam.

Molto difficile pronosticare il ribaltone a Liverpool. E’ vero l’Anfield mette apprensione a chiunque, ma Messi ce l’ha solo il Barca. Piuttosto è singolare come i Reds rischino seriamente di non portare a casa nulla dopo due stagioni da protagonisti. Anche in campionato infatti, pur avendo subito una sola sconfitta, i pareggi con United e Leicester rischiano di dare il titolo al City.

Staremo a vedere

Il Nerazzurro, l’unico vero quotidiano dei tifosi interisti!