Conte: “Ho visto impegno Perisic? Non posso cambiare un giocatore”

Una conferenza stampa ricca di spunti, quella di Antonio Conte nel post Manchester United-Inter.

Inter-Manchester UTD, Conte in conferenza stampa

Una conferenza stampa ricca di spunti, quella di Antonio Conte nel post Manchester United-Inter.

Conte: “Ho visto impegno Perisic? Non posso cambiare un giocatore”

 

La Settimana

La prima sfida dei nerazzurri nell’International Champions Cup ha portato alla prima sconfitta del tecnico salentino sulla panchina interista. Ma in conferenza, Conte elogia la sua squadra. “Posso parlare solo bene dei miei giocatori per l’impegno durante la partita, non di un singolo, ma da parte di tutta la squadra. Hanno affrontato la difficoltà di giocare contro una squadra forte, fisica, con giocatori molto bravi. Sotto questo aspetto sono soddisfatto della gara giocata dai miei giocatori. Ma da un altro punto di vista sono sicuro che abbiamo bisogno di migliorare molto, muovere la palla più velocemente, e fare tutto quello per cui stiamo lavorando in questo precampionato. Dobbiamo approfittare di queste amichevoli per costruire qualcosa di importante per il futuro”.

Un futuro a cui Conte guarda con molta attenzione e voglia di fare, nonostante le alte aspettative che ci sono su di lui. “Ho vinto con Juventus, Chelsea, e ho fatto bene anche prima con Bari e Siena. Certo, c’è molta pressione quando diventi allenatore di una squadra importante, e l’Inter è una delle migliori squadre in Italia. C’è molta pressione, ma mi piace. Allo stesso tempo è importante che tutti i componenti dell’Inter sentano questa pressione, non solo l’allenatore, se vogliamo raggiungere qualcosa di importante nel futuro”.

Conte chiede impegno e determinazione da parte di tutti. Aspetti che ha trovato anche nel lavoro di Ivan Perisic, la cui bocciatura, analizzando tutta la conferenza, non sembra definitiva. “C’è stata comunque disponibilità, in questi 8-9 giorni, di fare quello che io gli chiedevo. Ho delle sensazioni negative che possa fare quello di cui la squadra ha bisogno. Ci saranno da fare delle valutazioni attente. Anche su di lui niente da dire, grande impegno e grande dedizione, ma ci sono dei ruoli da rispettare. Non puoi cambiare le caratteristiche di un giocatore, nonostante ci sia un buon impegno“.

Il Nerazzurro, l’unico vero quotidiano dei tifosi interisti!

Fonte FCINTERNEWS

Print Friendly, PDF & Email