Coppa Italia Inter-Benevento 6-2

Gara a porte chiuse, l'Inter appioppa un 6-2 al Benevento e passa al turno succesivo dove troverà la Lazio

Gara a porte chiuse, l’Inter appioppa un 6-2 al Benevento e passa al turno successivo dove troverà la Lazio

Coppa Italia Inter-Benevento 6-2

MILANO – L’Inter inaugura al meglio l’anno nuovo, imponendosi per 6-2 sul Benevento negli ottavi di finale della Coppa Italia 2018/19 nonostante l’ambiente surreale, privo di tifosi, di San Siro. Le doppiette di Lautaro e Candreva, oltre al rigore di Icardie alla rete di Dalbert, lanciano i nerazzurri verso i quarti di finale della competizione, dove troveranno la Lazio di Simone Inzaghi.

Avvio di partita a dir poco scoppiettante. Dopo appena due minuti di gioco, Antei sgambetta Candreva in area di rigore: il direttore di gara non ha dubbi e indica il dischetto. Icardi si incarica dell’esecuzione e trafigge Montipò con un potente destro a incrociare: al 3′ è già 1 a 0 per i nerazzurri. Il Benevento prova subito a reagire con un piattone destro ravvicinato da parte di Tello, sul quale Padelli è bravo a opporsi. Al 7′ l’Inter trova il raddoppio: Icardi di testa colpisce in pieno il palo sul corner di BrozovicCandreva si avventa sul pallone e supera nuovamente il portiere avversario con un rasoterra nell’angolino. Nonostante il doppio vantaggio interista, i campani non si perdono d’animo: al 22′ Improta lascia partire un destro a giro dal limite dell’area che termina alto non di molto. L’Inter sfiora il tris al 27′: Perisic si accentra da sinistra e conclude col destro, trovando l’involontaria respinta del piede di Icardi a poca distanza dalla linea di porta. Al 35′ Dalbert si rende protagonista di una grande chiusura in area di rigore sul tentativo di Insigne, che poco più tardi impegna nuovamente Padelli con un tracciante mancino. Appena prima del duplice fischio di Giua, gli uomini di Spalletti chiudono definitivamente il match siglando la terza rete: Perisic lancia in verticale Dalbert, che scarica un potente sinistro di prima intenzione direttamente sotto al sette (primo sigillo in nerazzurro per il laterale brasiliano).

La partita riprende dopo l’intervallo così come si era chiusa, vale a dire con un gol dell’Inter. Al 48′ Candreva va in verticale, velo di Politano (appena subentrato a Icardi), morbido cross di Perisic dalla sinistra e colpo di testa vincente di LautaroMartinez. Il Benevento accorcia le distanze al minuto 58: Insigne si incarica di calciare una punizione dal limite e supera Padellicon un sinistro a giro. La risposta interista non si fa attendere: al 61′ Politano lascia partire un violento mancino da circa venti metri, che termina di poco a lato. La cinquina è soltanto rimandata di qualche minuto: Candreva scatta sul filo del fuorigioco e serve in area Perisic, bravo a prolungare per Lautaro che in spaccata mette a segno il secondo gol personale della serata. I campani restano però in partita, trovando al 74′ la rete del 5 a 2 con un colpo di testa di Bandinelli su cross di Improta. Nei minuti finali, l’Inter sfiora il sesto gol prima con Borja Valero (nel frattempo subentrato a Perisic), che interviene sul secondo palo sul cross di Politano senza però riuscire a inquadrare lo specchio della porta, e poi ancora con Lautaro, protagonista di un destro al volo spettacolare ma impreciso sul cross teso di Dalbert. E al 94′, proprio nell’ultima azione della gara, arriva la sesta rete interista, grazie ad una bella azione personale di Candreva.

Ora, di nuovo testa al campionato: sabato sera a Milano arriva il Sassuolo, per la prima sfida del girone di ritorno.

Sempre #ForzaInter!

INTER-BENEVENTO 6-2
Marcatori:
 3′ rig. Icardi (I), 7′ Candreva (I), 46′ pt Dalbert (I), 48′ Lautaro (I), 58′ Insigne (B), 67′ Lautaro (I), 74′ Bandinelli (B), 94′ Candreva (I)

INTER: 27 Padelli; 2 Vrsaljko, 37 Skriniar, 13 Ranocchia, 29 Dalbert; 87 Candreva, 5 Gagliardini, 77 Brozovic (83′ 15 Joao Mario), 44 Perisic (68′ 20 Borja Valero); 10 Lautaro, 9 Icardi (46′ 16 Politano)
A disposizione: Handanovic, 46 Berni, 6 De Vrij, 8 Vecino, 11 Keita, 14 Nainggolan, 18 Asamoah, 23 Miranda, 33 D’Ambrosio
Allenatore: Luciano Spalletti

BENEVENTO: 12 Montipò; 13 Tuia (83′ 6 Billong), 5 Antei, 7 Di Chiara; 3 Letizia, 25 Bandinelli, 8 Tello,17 Bonaiuto (85′ 31 Sanogo), 16 Improta; 19 Insigne, 9 Coda (75′ 27 Ricci)
A disposizione: 22 Gori, 2 Sparandeo, 4 Del Pinto, 11 Maggio, 15 Costa, 18 Gyamfi, 24 Cuccurullo, 32 Zagari, 33 Armenteros
Allenatore: Cristian Bucchi

Ammoniti: Vrsaljko (I), Gagliardini (I), Tuia (B)

Recupero: 1′ + 4′

Arbitro: Giua
Assistenti: Caliari, Lombardi
IV uomo: Maggioni
Addetti VAR: Aureliano, Paganessi

Print Friendly, PDF & Email