Crotone – Inter 1 – 2, le note di gara.

Nel primo tempo la doppietta di Falcinelli indirizza la gara. Nella ripresa D’Ambrosio accorcia le distanze, ma l’assalto dei nerazzurri si ferma al palo colpito da Eder…

CROTONE – Nerazzurri in campo a Crotone per la 31^ di Serie A in cerca di riscatto dopo lo scivolone casalingo contro la Sampdoria. Assente Gagliardini per infortunio, Pioli sceglie Murillo al centro della difesa e alza Medel sulla linea dei centrocampisti.

Padroni di casa subito pericolosi, sospinti dal tifo dell’Ezio Scida. Il gran pressing del Crotone costringe all’errore Kondogbia che perde palla e lancia Falcinelli verso l’area di rigore: sulla strerzata a rientrare Medel tocca il pallone con il braccio e Guida indica il dischetto. Sul pallone va Falcinelli che non sbaglia. Passano tre minuti e il Crotone raddoppia, ancora con Falcinelli servito in profondità da Trotta. Il tocco sotto con il mancino scavalca Handanovic in uscita e vale il 2-0.

L’Inter non riesce a reagire e rischia di subire il 3-0 con Rhoden, che servito nel cuore dell’area ancora da Falcinelli calcia di prima con il sinistro ma trova Miranda che si oppone con il petto proprio sulla linea. Nell’ultimo dei tre minuti di recupero Candreva pesca sul secondo palo Ansaldi che di testa in tuffo non inquadra lo specchio della porta.

Nell’intervallo Pioli cambia e inserisce Palacio ed Eder per Murillo e Ansaldi. L’Inter passa alla difesa a 3 e prova a spingere maggiormente sulle fasce: al 58′ bel destro al volo di Perisic che termina a lato di pochissimo. Tre minuti più tardi occasione da corner per Kondogbia, che di testa da buona posizione manda alto. Il pareggio arriva al 65′ sugli sviluppi di un corner calciato da Banega, prolungato sul secondo palo da Kondogbia e ribadito in rete da pochi passi da D’Ambrosio, al secondo gol consecutivo.

Inter più aggressiva ora: al 70′ ci prova Candreva servito da Icardi, il mancino è toppo debole e Cordaz blocca a terra. Due minuti più tardi clamoroso palo interno di Eder dai 20 metri a Cordaz battuto, il pallone attraversa tutto lo specchio e termina fuori. Ancora Inter con Palacio che, servito da Eder, si libera di Ceccherini e scarica un destro potente ma centrale sul quale Cordaz si salva con i pugni. L’ultimo cambio scelto da Pioli conferma la trazione offensiva scelta per gli ultimi minuti: Joao Mario prende il posto di Kondogbia. I nerazzurri creano occasioni su calcio piazzato ma devono guardarsi dalle ripartenza dei padroni di casa: all’85esimo Acosty ci prova dal limite ma Handanovic vola sulla sinistra e tiene viva la partita. Assedio nei 6′ finali: nel corso di un’azione prolungata nel cuore dell’area dei padroni di casa ci provano Candreva, D’Ambrosio e Miranda ma senza fortuna. Nei 6′ di recupero si gioca ben poco, l’ultima occasione è sui piedi di Joao Mario su calcio di punizione ma è un nulla di fatto.

L’Ezio Scida fa festa al triplice fischio di Guida che significa la seconda sconfitta consecutiva per l’Inter in campionato. Sabato a San Siro c’è il DerbyMilano.
 

CROTONE-INTER 2-1
Marcatori: Falcinelli (rig. 19′, 22′), D’Ambrosio (65′)

CROTONE: 1 Cordaz; 22 Rosi, 17 Ceccherini, 13 Ferrari, 87 Martella; 6 Rohden (67′ Sampirisi 31), 18 Barberis (75′ Capezzi 28), 8 Crisetig, 12 Stoian; 29 Trotta (63′ Acosty 27), 11 Falcinelli.
A disposizione: 5 Festa, 33 Viscovo, 3 Dos Santos, 9 Nalini, 15 Mesbah, 20 Kotnik, 23 Dussenne, 42 Suljic, 99 Simy.
Allenatore: Davide Nicola

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 24 Murillo (46′ Palacio 8), 25 Miranda, 15 Ansaldi (46′ Eder 23); 17 Medel, 7 Kondogbia (81′ Joao Mario 6); 87 Candreva, 19 Banega, 44 Perisic; 9 Icardi.
A disposizione: 30 Carrizo, 2 Andreolli, 11 Biabiany, 20 Sainsbury, 21 Santon, 55 Nagatomo, 77 Brozovic, 96 Barbosa.
Allenatore: Stefano Pioli

Ammoniti: Martella (46′), Palacio (46′), Ceccherini (47′), Banega (52′), Acosty (90′), Capezzi 90’+8)

Recupero: 3′ – 6′

Arbitro: Guida
Assistenti: Marzaloni, Marrazzo
IV uomo: Carbone
Assistenti addizionali: Doveri, Nasca.

{loadposition EDintorni}

 

Print Friendly, PDF & Email