D’Ambrosio segna da attaccante di razza e l’Inter piega la Fiorentina

Terza consecutiva dei ragazzi di Spalletti… e l’Inter è al terzo posto inclassifica

E sono tre punti! Come le vittorie consecutive dei ragazzi di Spalletti, come la posizione in classifica!

Nell’Inter, dove in un tempo abbastanza recente segnava il solo Icardi, ieri è stato il turno del difensore D’Ambrosio. L’Inter scopre di avere nella faretra una gran varietà di frecce. Il risultato ultimo è presto fatto: tre punti e terzo posto in classifica. Un terzo posto che conferisce un input particolare al cammino nerazzurro. Certo, occorre migliorare il gioco ed è necessario lavorare tanto. La reattività della squadra, invece, intesa come carattere e voglia di combattere, si è vista in campo ed è stato uno degli aspetti più positivi della gara. Non è un caso che anche ieri il gol decisivo sia arrivato al minuto 77; come a sottintendere che la squadra non si arrende mai e cerca, sino alla fine, di portare a casa i tre punti. L’Inter dimostra di essere sempre in partita e nelle difficoltà si rivela in grado di gestire al meglio quelli che sono i momenti negativi.

L’avversario, la Fiorentina di Pioli, non era uno tra i più semplici. I viola, sostenuti da un grande Chiesa, hanno evidenziato, come sempre, un buon gioco d’assieme e confermato di essere un avversario di qualità. Il Var dimostra, inoltre, che è in grado di funzionare anche a favore dei nerazzurri. Così l’Inter segna su un calcio di rigore assegnato, al 42’, dall’arbitro Mazzoleni dopo essersi avvalso dell’ “one field review”. Icardi va dal dischetto, segna e rompe un digiuno in campionato che durava ormai da troppo tempo. La partita, sino a quel punto, si era retta su un sostanziale equilibrio tra le due compagini. Il rigore rompe questa situazione e premia i nerazzurri.

Il gol interista dovrebbe avere la capacità di trascinare l’Inter e incentivarne, nella ripresa, un atteggiamento più propositivo. Al contrario si vede solo la Fiorentina che prima, in maniera piuttosto fortunosa, trova il pareggio e poi produce ogni sforzo possibile per tentare il colpaccio. L’Inter sbaglia troppo, imposta male e sembra come incapace di contrastare la forza viola. Ci vorrebbe un guizzo, anche una giocata, per spezzare l’aggressività e il coraggio della Fiorentina. Guizzo che si materializza a 13’ dalla fine quando D’Ambrosio scaraventa in gol la rete del successo sfruttando un assist, giusto e prezioso, di capitan Icardi.

Amala!

{loadposition adorizzontale} 

Print Friendly, PDF & Email