“Dobbiamo imparare a far male quando c’è l’occasione, servono maggior concentrazione e convinzione

Ai microfoni di Inter Channel, Luciano Spalletti ha analizzato positivamente l’esito dell’incontro contro il Bayern Monaco a Singapore

“Dobbiamo imparare a far male quando c’è l’occasione, servono maggior concentrazione e convinzione

Ai microfoni di Inter Channel, Luciano Spalletti ha analizzato positivamente l’esito dell’incontro contro il Bayern Monaco a Singapore

“Abbiamo fatto una buona partita, se quello era l’obiettivo l’abbiamo centrato. Siamo stati squadra, i ragazzi hanno fatto molto bene in determinati momenti, specie sotto l’aspetto difensivo e della compattezza della linea; sotto l’aspetto del palleggio dobbiamo fare qualcosa di più, oltre a fare male quando si prospettano occasioni importanti. Cosa che involontariamente non ci credi quando sei 2-0 e dici che basta così.

Invece c’è la possibilità di giocare la partita e fare gol”.

La squadra ha giocato meglio nel primo tempo piuttosto che nella ripresa?

“Quando siamo riusciti a recuperare palla non siamo però stati in grado di preparare l’ampiezza della squadra; fraseggi corto, loro ti saltano addosso, se non trovano palla nei primi tre passaggi hai campo aperto. Invece siamo rimasti chiusi e abbiamo perso la possibilità di ripartire e fare male”.

Sono però importanti le vittorie in queste partite anche per il lavoro del tecnico:

“Un vantaggio? Sicuramente sì, questa è una squadra che ha sofferto in passato; sono dei ragazzi bravi, come ho già detto. C’è solo una felicità a fare questo lavoro, ed è vincere queste partite. C’è solo un modo per credere nelle tue potenzialità ed è vincere. Da un punto di vista di opinione e di pensiero queste partite fanno risonanza, perché si vedono in tutto il mondo. Ormai ogni confine è sottilissimo, gli occhi sono da tutte le parti. Il fatto di aver lavorato bene è utile per fare ancora bene la volta successiva”.

Commento finale sulle prime due giornate del calendario di Serie A:

“Le peggiori insidie che si potevano incontrare subito ce le abbiamo, dobbiamo essere prontissimi ad affrontarle; dovremo essere già al top. Purtroppo gli amici sono tutti alle prime partite”.

{loadposition EDintorni}

Print Friendly, PDF & Email