EL Eintracht Francoforte – Inter 0-0

Nell'andata degli ottavi di Europa League, i nerazzurri sprecano un penalty nel primo tempo e soffrono nella ripresa: la qualificazione si deciderà a Milano

Nell’andata degli ottavi di Europa League, i nerazzurri sprecano un penalty nel primo tempo e soffrono nella ripresa: la qualificazione si deciderà a Milano

EL Eintracht Francoforte – Inter 0-0

FRANCOFORTE – L’Inter spreca nel primo tempo e soffre nella ripresa, per uscire infine con un pareggio a reti inviolate dal Waldstadion di Francoforte: la gara di andata degli ottavi di Europa League tra Eintracht e nerazzurri si chiude sullo 0 a 0, lasciando totalmente in bilico la qualificazione. Il rimpianto maggiore per gli uomini di Spalletti resta comunque il calcio di rigore sprecato da Brozovic al minuto 22, che avrebbe potuto indirizzare diversamente l’andamento della gara.

 

L’Inter approccia la partita nel modo giusto e si rende molto pericolosa già al 2′, quando N’Dicka è attento a risolvere una situazione di due contro uno nell’area di rigore tedesca intervenendo prima di Lautaro e Politano sul cross di PerisicD’Ambrosio prova a pungere in due occasioni: al 4′ il suo sinistro dal limite viene bloccato da Trapp mentre all’11’ il terzino nerazzurro manca di un soffio la deviazione sottomisura dopo la spizzata di De Vrij sulla punizione calciata da Politano. Al 16′ i padroni di casa si fanno vedere in avanti, con un tentativo dalla distanza di Jovic che termina sul fondo. I nerazzurri hanno una grande chance per sbloccare il match al 21′: contatto in area di rigore tra Lautaro e Fernandes, per il direttore di gara è penalty. Dal dischetto si presenta Brozovic, che si fa però respingere la conclusione di interno destro da Trapp. Gli uomini di Spalletti non si perdono d’animo e continuano a mantenere il controllo delle operazioni: buona opportunità al 28′ per Perisic, che tuttavia calibra male il passaggio in profondità per Lautaro in campo aperto. Eintracht pungente al 30′: Kostic pesca in area Jovic, la cui conclusione mancina viene però smorzata dalla retroguardia interista. L’ultima opportunità della prima frazione è per l’Inter: al 40′, sul cross di prima intenzione di PolitanoVecino impatta il pallone di testa senza però riuscire a inquadrare lo specchio della porta. Si va dunque al riposo sul risultato di 0 a 0.

La formazione di casa rientra dagli spogliatoi con maggior convinzione. Al 49′ Hinteregger stacca di testa su calcio d’angolo: Handanovic blocca centralmente. Pochi minuti più tardi, proteste dell’Eintracht per un contatto in area nerazzurra tra D’Ambrosio e Haller: l’arbitro fa proseguire. Al 55′ Jovic di testa impegna nuovamente Handanovic, poco dopo Spalletti è costretto al primo cambio: problemi fisici per Perisic, dentro Candreva al suo posto. L’Inter soffre in questa fase: al 61′ colpo di testa di Da Costa, Handanovic è nuovamente attento. La pressione dei tedeschi non si smorza nei minuti successivi: al 70′, sul cross da sinistra di Kostic, Hinteregger sbuca sul secondo palo e colpisce di testa indisturbato, mettendo incredibilmente a lato. Il difensore dell’Eintracht ci riprova sull’azione seguente con un sinistro dalla distanza controllato in due tempi da Handanovic. A dieci minuti dal termine, Spalletti si gioca anche la carta Cedric: il portoghese prende il posto di Borja Valero. Al minuto 87, dopo un tentativo a lato del neoentrato Paciencia che termina sul fondo, è ancora Jovic a impensierire Handanoviccon un rasoterra mancino dal limite: il portiere sloveno si distende sulla destra e respinge. Ancora Eintracht poco prima del 90′: destro potente ma centrale di Gacinovic, Handanovic blocca in due tempi. L’arbitro concede tre minuti di recupero, nei quali succede poco: arriva il triplice fischio finale, Eintracht-Inter termina 0-0 col discorso qualificazione rimandato alla sfida di ritorno in programma a San Siro tra sette giorni.

Ora è già tempo di rituffarsi nel campionato: domenica (ore 15) a San Siro arriva la Spal.

Sempre #ForzaInter!

EINTRACHT-INTER 0-0

EINTRACHT: 31 Trapp; 20 Hasebe, 13 Hinteregger, 2 N’Dicka; 24 Da Costa, 17 Rode (77′ 15 Willems), 5 Fernandes, 10 Kostic; 11 Gacinovic; 9 Haller (80′ 39 Paciencia), 8 Jovic
A disposizione: 1 Ronnow, 3 Falette, 21 Stendera, 23 Russ, 6 De Guzman
Allenatore: Adi Hütter

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 6 De Vrij, 37 Skriniar, 18 Asamoah; 8 Vecino, 77 Brozovic; 16 Politano, 20 Borja Valero(80′ 21 Cedric), 44 Perisic (58′ 87 Candreva); 10 Lautaro
A disposizione: 27 Padelli, 13 Ranocchia, 23 Miranda, 60 Schirò, 68 Merola
Allenatore: Luciano Spalletti

Ammoniti: Kostic (E), Asamoah (I), Lautaro (I), Hasebe (E), Candreva (I), Fernandes (E)

Recupero: 1′ + 3′

Arbitro: William Collum
Assistenti: David McGeachie, Francis Connor
Arbitri d’Area: Andrew Dallas, Nicholas Walsh
IV uomo: Graeme Stewart

 

Fonte sito ufficiale F.C. Internazionale