Entro pochi giorni la scelta definitiva dell’Inter…

Berardi-Candreva, presto l’Inter farà la sua scelta!

Dalle parti di corso Vittorio Emanuele sono i nomi più in voga per gli esterni d’attacco, nonché quelli su cui si è focalizzata, da tempo, l’attenzione della nuova proprietà cinese a caccia del «top italiano» e di Piero Ausilio, in doppia trattativa con Sassuolo e Lazio per valutare margini di manovra ed eventuali esborsi per i cartellini.  Nei prossimi giorni, l’Inter potrebbe decidere, in un senso o nell’altro, per mettere a segno il secondo colpo in entrata del nuovo coso, dopo l’argentino Ansaldi, prelevato dal Genoa.

Per ora, la priorità di Suning è per Domenico Berardi, più di prospettiva e meritevole di un investimento di 25 milioni, più un quinquennale da 2,5 a stagione pronto per il calciatore.

Il Sassuolo, già d’accordo con la Juve per il pssaggio di Berardi l’anno prossimo e rifiuta ogni offerta. Lo ha ribadito, infatti, il dt emiliano Angelozzi ad Ausilio nel summit di martedì a Milano. Lo ha ribaditi anche il Presidente Squinzi, smentendo, tra l’altro,”l’esistenza dell’offerta nerazzurra, che dichiara non essere mai arrivata”.

L’Inter non ha assolutamente formulato alcuna offerta per Berardi e non capisco perché si dica il contrario. Per l’agente del giocatore l’offerta c’è! Parlano tante persone nel mondo del calcio, anche i procuratori possono farlo.

L’ultima parola spetterà a Berardi, appena rientrato dalle vacanze in Madagascar e molto tentato dalla proposta d’ingaggio e tecnica messa sul piatto dall’Inter. Se decidesse di forzare la mano con il Sassuolo, chiedendo il trasferimento in nerazzurro, Ausilio potrebbe anche alzare la posta per vincere le resistenze di Squinzi e mgari facilitare anche il trasferimento di Ranoccchia, ad oggi bloccato.

Altrimenti, tutto su Antonio Candreva, che si è promesso all’Inter raggiungendo anche una bozza d’accordo nei pour parler di martedì fra Ausilio e il suo procuratore, Federico Pastorello. Per l’azzurro il problema è Lotito, irremovibile sui 25 milioni di richiesta per il cartellino; 18, più 2 di bonus, la proposta dell’Inter, che confida nel lavoro ai fianchi del procuratore per lo sconto.

Print Friendly, PDF & Email