Fiorentina – Inter 5 – 4, note di gara

Una partita altalenante con l’Inter che rimonta nel primo tempo, va sotto 5-2 nella ripresa e prova a riaprirla nel finale. Tripletta di Icardi

FIRENZE – Inter di scena nell’anticipo serale del sabato contro la Fiorentina con gli stessi 11 del DerbyMilano. Nella Fiorentina out per squalifica Kalinic e Rodriguez per infortunio. Un minuto di silenzio per la scomparsa di Michele Scarponi, campione di ciclismo e tifoso interista, poi si parte.

Il primo tentativo a rete è di Perisic, che prima si procura un corner e sugli sviluppi dello stesso calcia alto con il destro dopo appena un minuto e trenta secondi. Sempre dai piedi del croato nasce la seconda occasione per i nerazzurri: cross teso e taglio sul primo palo di Candreva che però non riesce a deviare verso la porta di Tatarusanu, che blocca a terra. Al sesto minuto conclusione potente da posizione angolatissima di Gagliardini sulla quale il portiere dei viola si salva in due tempi, sugli sviluppi dell’azione ci prova anche Joao Mario con un destro a giro che viene però smorzato dalla difesa di casa.

Col passare dei minuti prendono campo di padroni di casa, pericolosi al quarto d’ora con una sponda di Astori nel pieno dell’area nerazzurra che costringe Handanovic all’intervento in uscita, poi Medel allontana. Tra il 20′ ed il 23′ ripartenze da una parte e dall’altra, ma quella vincente è di Borja Valero, che allarga su Milic: servizio arretrato per Vecino che di prima col mancino infila il pallone del vantaggio sotto la traversa. La reazione dell’Inter però è immediata: Perisic si libera con un tunnel a centrocampo, palla in profondità per Candreva che mette a sedere Milic e serve nel cuore dell’area proprio il croato che a porta quasi sguarnita, con il destro, pareggia i conti al 29′.

Poco più di 5 minuti e l’Inter segna ancora: Joao Mario scambia nello strattono Gagliardini, pallone con i giri giusti per Icardi che resiste alla carica di Sanchez, controlla col destro, entra in area e trafigge Tatarunanu con un destro radente a incrociare. Due minuti e ancora Inter: Joao Mario per Perisic che sventaglia per 60 metri e trova sulla corsa Candreva, ma il controllo dell’esterno non è perfetto e permette al numero 12 viola di chiudere in uscita bassa. Sul finale di primo tempo un super Handanovic mantiene i nerazzurri in vantaggio prima sul sinistro potente ma centrale dai 20 metri di Borja Valero, poi con un riflesso pazzesco su una deviazione sfortunata di Miranda che rischia l’autorete.

Ad inizio ripresa occasionassima per il pari dei viola: D’Ambrosio trattiene in area Babacar e per Valeri è calcio di rigore. Bernardeschi va sul dischetto, Handanovic vola alla propria sinistra e respinge. I padroni di casa spingono ancora alla ricerca del pareggio. L’ingresso di Ilicic regala più dinamismo ai viola che nel giro di due minuti la ribaltano a loro volta: prima Astori di testa su corner trova il pari e un minuto dopo Vecino, dalla distanza, supera ancora Handanovic. Fiorentina che allunga al 70esimo su contropiede: Babacar punta l’area, rientra e con il piatto destro trova l’angolino basso sul palo lontano. L’attaccante senegalese trova poi la personale doppietta al 78′ su assist di Salcedo, anticipando l’uscita di Handanovic e l’intervento alla disperata di Medel.

L’Inter rende meno amaro il parziale con la tripletta di Icardi, che da centravanti vero controlla un cross dalla sinistra di Perisic, si gira in un fazzoletto e con il destro segna il ventiduesimo gol stagionale a 2′ dalla fine, replicando con uno stacco di testa nel cuore dell’area al 91′. Finisce però 5-4 dopo quattro minuti di recupero, nonostante l’assalto finale con Handanovic, Brozovic e Candreva vicini al pareggio in un match incredibile.

FIORENTINA-INTER 5-4
Marcatori: Vecino (23′, 64′), Perisic (29′), Icardi (34′, 88′ e 91′), Astori (63′), Babacar (70′ e 78′)

FIORENTINA: 12 Tatarusanu; 6 Sanchez, 40 Tomovic (54′ Salcedo 18), 13 Astori; 31 Milic, 5 Badelj, 20 Borja Valero, 8 Vecino; 16 Tello (81′ Cristoforo), 10 Bernardeschi (57′ Ilicic 72); 30 Babacar.
A disposizione: 57 Sportiello, 97 Dragowski, 4 De Maio, 15 Olivera, 21 Saponara, 24 Hagi, 25 Chiesa, 27 Maistro, 32 Mlakar.
Allenatore: Paulo Sosa

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 17 Medel, 25 Miranda, 55 Nagatomo (73′ Eder 23); 5 Gagliardini, 7 Kondogbia (76′ Brozovic 77); 87 Candreva, 6 Joao Mario, 44 Perisic; 9 Icardi.
A disposizione: 30 Carrizo, 2 Andreolli, 8 Palacio, 11 Biabiany, 19 Banega, 20 Sainsbury, 21 Santon, 24 Murillo, 96 Barbosa.
Allenatore: Stefano Pioli

Ammoniti: Astori (75′), Sanchez (77′), Handanovic (94′)

Recupero: 0′ – 4′

Arbitro: Valeri
Assistenti: Meli, Crispo
IV uomo: Costanzo
Assistenti addizionali: Banti, Giacomelli. 

{loadposition EDintorni}

Fonte: Sito Ufficiale F.C. Internazionale