FPF, il percorso dell’Inter è stato virtuoso.

Questo spiega il perché la Uefa ha prolungato di un anno il Settlement Agreement

Questa mattina, all’Università Iulm di Milano, è andato in scena il corso per giornalisti ‘Numeri del calcio italiano e il fair play finanziario 2.0’.

Un’occasione importante, che ha preceduto la presentazione del bilancio integrato 2017 della Figc, per illustrare nel dettaglio alla stampa i meccanismi di funzionamento del progetto introdotto dal comitato esecutivo UEFA nel settembre 2009 per migliorare le condizioni finanziarie generali del calcio europeo.

Nel contesto dei discorsi relativi al Settlement Agreement, ha detto la sua anche il relatore d’eccezione Michele Uva, direttore generale della Figc e vice presidente Uefa, che ha spiegato in poche parole la situazione dell’Inter, club che non ha soddisfatto completamente le richieste del massimo organismo del calcio europeo e dunque resterà sotto “settlement”:

“Per non fare agitare nessuno, nel caso specifico dell’Inter il settlement è stato rinnovato di un anno – sino al 30.6.2019-  perché la Uefa ha valutato che l’andamento della società è assolutamente virtuoso – ha precisato Uva -.

Se parametri non sono stati rispettati non per violazioni strutturali ma per causa plausibili, allora viene prolungato e non vengono applicate le sanzioni. Nello specifico, la società sta andando nella giusta direzione; se è successo qualcosa che non era prevedibile, è stato giustificato e corretto”.

Fonte FC Internews