Frosinone-Inter 1-3 l’Inter conquista i 3 punti e mantiene il vantaggio

I nerazzurri dominano il Frosinone per un’ora, poi  soffrono il ritorno dei ciociari e alla fine Vecino-Joao Mario-Icardi e ancora Vecino chiudono la pratica Frosinone e portano a casa i 3 punti.

Frosinone, lo Stadio Benito Stirpe, il nuovo stadio di proprietà

I nerazzurri dominano il Frosinone per un’ora, poi  soffrono il ritorno dei ciociari e alla fine Vecino-Joao Mario-Icardi e ancora Vecino chiudono la pratica Frosinone e portano a casa i 3 punti.

L’Inter batte il Frosinone e compie un passo importante verso la Champions

Roma e Milan avevano vinto negli anticipi del giorno prima. Occorreva, quindi, dare una risposta significativa e soprattutto era necessario tenere a debita distanza le due compagini che tuttavia restano avversarie pericolose. Allo Stirpe l’Inter vince tre a uno in una partita in cui i nerazzurri dominano per tutto il primo tempo andando al riposo forti di un due a zero giusto e meritato.

 

Ma l’Inter è l’Inter, sempre e sino in fondo. Pertanto, dopo un’ora di prevalenza su tutti i fronti, la squadra di Spalletti trova il modo per rimettere tutto in gioco. Cassata riduce le distanze e il Frosinone cerca di spaventare un’Inter che prima supera, con carattere, l’unico momento davvero negativo della gara e poi con Vecino piazza il colpo decisivo in pieno recupero. Risultato meritato e tre punti preziosi nella lotta alla corsa in Champions.

Del resto l’Inter entra in campo con il piglio giusto. E’ sottintesa l’idea di fare le cose per bene e sin dall’inizio. Buona la difesa con un ottimo Skriniar; il centrocampo copre e propone. Nainggolan è uno dei migliori. Insomma, è l’intera squadra che mostra di possedere cattiveria e grinta per far sua l’intera posta.

L’Inter gestisce nel migliore dei modi un po’ tutto, pressione e ritmi in modo particolare. Il Frosinone fa fatica nell’imbastire una reazione. La superiorità dei nerazzurri è abbastanza netta. Il primo tempo poteva essere un rotondo tre a zero ma il portiere Sportiello tiene in partita la sua squadra.

Nella seconda frazione di gioco l’Inter vive forse sulle ali di un’eccessiva sicurezza. Così diminuisce la soglia dell’attenzione e della concentrazione.Cassata è lo squillo che avverte l’incombente pericolo. Il Frosinone e il suo pubblico ci credono e cercano, insieme, di produrre il massimo sforzo per arrivare al pareggio. Baricentro più avanti ed è subito un’altra partita.

Il Frosinone dà tutto e si butta all’arrembaggio più sull’onda di una reazione emotiva che non di un effettivo sistema di gioco. Sfiora il pareggio ma si scopre troppo offrendo il fianco agli avversari. Così l’Inter, in contropiede, la punisce con Vecino.

Amala!

Sandro Zedda

 

Il Nerazzurro, l’unico vero quotidiano dei tifosi interisti!

 

Print Friendly, PDF & Email