Il progetto della Superlega Europea

Competizione riservata a 24 big dei 5 maggiori campionati Europei senza retrocessioni e Fair Play Finanziario

Progetto European Super League

Competizione riservata a 24 big dei 5 maggiori campionati Europei senza retrocessioni e Fair Play Finanziario

Il progetto della Superlega Europea

Il calcio, come la storia ci ha insegnato, è un percorso a tappe. Oltre 100 anni fa, quando si erano da poco organizzati i primi campionati, sembrava impossibile poter immaginare la creazione di un Mondiale che avrebbe coinvolto le più importanti Nazionali al mondo.

 

Allo stesso modo era difficile prevedere prima degli anni ’50 l’istituzione della Coppa dei Campioni, o quella della successiva Coppa Uefa, o ancora le future rivoluzioni che hanno portato all’attuale formato della Champions League e dell’Europa League. Al momento potrebbe quindi sembrare un’idea pazza e impraticabile quella proposta dall’investitore americano Stephen Ross, già organizzatore della International Champions Cup che si svolge in estate, di creare una SuperLega con 24 squadre provenienti dai cinque principali campionati europei che andrebbe a sostituire la Champions League.

Per ora si parla soltanto di ipotesi, ma chissà che in futuro non possa compiersi quest’altra rivoluzione calcistica. Nel frattempo, secondo Sportbild, Ross avrebbe già tenuto delle riunioni con alcuni club, mostratisi favorevoli al cambiamento. Il nuovo torneo, secondo l’idea dello statunitense, vedrebbe coinvolte sempre le stesse società, senza possibilità quindi di eventuali retrocessioni e promozioni.

Ross vorrebbe inoltre rimuovere il Fair Play Finanziario, in modo tale che le squadre sarebbero libere di acquistare giocatori senza preoccuparsi dei paletti attualmente imposti sulle spese da effettuare all’interno della sessione di mercato. Un campionato per ricchi quindi, che vedrebbe protagonisti i migliori calciatori del mondo ed escluderebbe, per forza di cose, la possibilità del trionfo di qualche “piccola” squadra, con potenzialità economiche inferiori rispetto alle più importanti società europee.

A oggi comunque, sempre secondo quanto riferito dal giornale tedesco, l’urgenza di alcuni club è un’altra. Pare infatti che alcune squadre stiano spingendo tanto con l’UEFA affinché venga concesso, a chi cambia maglia durante la finestra invernale dopo aver già giocato partite di Champions o Europa League, di partecipare alle fasi finali della competizione.

Il Nerazzurro, l’unico vero quotidiano dei tifosi interisti!

Fonte SkySport