Inter – Atalanta 7 – 1… la rincorsa continua!

Triplette di Icardi e Banega, gol dell’ex di Gagliardini.

MILANO – Davanti a quasi 60.000 cuori nerazzurri, l’Inter torna di scena a San Siro contro l’Atalanta in uno scontro diretto per continuare la rincorsa in campionato. Stefano Pioli si schiera con lo stesso ‘undici’ di Cagliari. Partenza a mille all’ora: prima Spinazzola dalla sinistra cerca Kurtic con Kondogbia chiude in diagonale, poi Candreva crossa dalla destra per Perisic che manca la deviazione volante di pochi centimetri. Al sesto minuto altra galoppata sulla destra di Candreva servito in profondità da D’Ambrosio, ma il cross per Icardi è troppo sul portiere. Tre minuti più tardi azione degli ospiti conclusa con un mancino radente di Gomez dal limite dell’area che sibila nei pressi del palo sinistro della porta di Handanovic. Al decimo doppio pericolo nell’area dei bergamaschi: prima Ansaldi ci prova con un tiro cross che passa in mezzo a molte gambe senza che nessuno riesca a trovare la deviazione decisiva, poi un cross di Candreva mette in difficoltà la difesa ospite che però si salva.

Partita senza soste: in pochi secondi due attacchi degli ospiti si trasformano in altrettanti contropiede per i nerazzurri, ma Candreva non riesce a saltare l’ultimo uomo che lo avrebbe portato in campo aperto verso la porta difesa da Berisha. Al quarto d’ora l’episodio che potrebbe indirizzare la partita: Toloi atterra Icardi lanciato a rete ma per Irrati è solo giallo. Sulla punizione seguente il destro di Banega si infrange sulla barriera, ma Icardi è il più lesto di tutti e col mancino fulmina Berisha. Poco dopo arriva il raddoppio: Perisic prolunga di testa per Icardi, che lavora alla grande il pallone e si invola verso Berisha. L’estremo bergamasco lo atterra per il rigore e cartellino giallo. Dal dischetto ‘cucchiaio’ di Maurito che raddoppia.

L’Inter vola. Tre minuti più tardi Perisic crossa teso dalla sinistra e Toloi rischia l’autogol. Sul corner seguente, stacco imperioso ancora di Icardi che fa tris e si porta a casa il pallone. Passano altri quattro minuti e l’Inter va ancora in gol. Palla di D’Ambrosio per Candreva, cross arretrato sul quale Banega apre il piatto destro e insacca il poker nerazzuro. Non si fermano i ragazzi di Pioli che trovano il quinto gol con un’azione fotocopia del quarto. A tre dalla fine del primo tempo l’Atalanta accorcia con Freuler, che con un destro a giro dal limite trova il palo più lontano.

Nessun cambio all’intervallo e neanche nell’inerzia della gara. Icardi, servito da D’Ambrosio, anticipa Caldara ma calcia alto. Al 52′ bella azione sulla sinistra, Banega entra in area dal lato corto e serve Gagliardini a rimorchio: destro secco sotto l’incrocio per il secondo gol consecutivo in nerazzurro. Non si fermano i ragazzi che trovano anche il settimo centro con Banega su punizione. Pioli concede la standing ovation di San Siro al ‘tanguito’, sostituito da Joao Mario. Secondo cambio ad un quarto d’ora dalla fine e seconda standing ovation, stavolta per Icardi: al suo posto entra Rodrigo Palacio. Eder è l’ultimo cambio scelto da mister Pioli, la partita scivola via senza altri scossoni fino al 90′ e, senza recupero, l’Inter fa suoi i tre punti.

INTER-ATALANTA 7-1
Marcatori: Icardi (17′, rig. 24′, 27′), Banega (31′, 34′, 68′), Freuler (42′), Gagliardini (52′)

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 17 Medel, 25 Miranda, 15 Ansaldi; 5 Gagliardini, 7 Kondogbia; 87 Candreva, 19 Banega (70′ Joao Mario 6), 44 Perisic (82′ Eder 23); 9 Icardi (76′ Palacio 8).
A disposizione: 30 Carrizo, 2 Andreolli, 11 Biabiany, 20 Sainsbury, 21 Santon, 24 Murillo, 55 Nagatomo, 77 Brozovic, 96 Barbosa.
Allenatore: Stefano Pioli

ATALANTA: 1 Berisha; 3 Toloi, 13 Caldara, 6 Zukanovic; 24 Conti, 19 Kessie (60′ Bastoni 95), 11 Freuler, 37 Spinazzola (69′ D’Alessandro 7); 27 Kurtic; 29 Petagna, 10 Gomez (60′ Mounier 87).
A disposizione: 91 Gollini, 31 Rossi, 4 Cristante, 25 Konko, 33 Hateboer, 43 Paloschi, 52 Cabezas, 77 Raimondi, 88 Grassi.
Allenatore: Gian Piero Gasperini

Ammoniti: Toloi (16′), Berisha (23′), Icardi (28′), Ansaldi (61′), Kurtic (72′), Gagliardini (75′)

Recupero: 0′ – 0′

Arbitro: Irrati
Assistenti: Di Liberatore, Carbone
IV uomo: Ranghetti
Assistenti addizionali: Russo, Aureliano

{loadposition EDintorni}

Print Friendly, PDF & Email