Inter – Chievo 3 – 1, il dopo partita. Stefano Pioli: “I ragazzi stanno dando tutto”

Il tecnico nerazzurro dopo il successo contro il Chievo Verona: “Vedo l’atteggiamento giusto, per puntare alle prime posizioni dovremo fare un grande girone di ritorno”

 

MILANO – Quinta vittoria consecutiva in campionato per l’Inter di Stefano Pioli, che inizia il suo 2017 a San Siro con una bel successo in rimonta contro il Chievo Verona:

“Purtroppo siamo andati sotto nell’unica occasione creata dagli avversari ma sono davvero contento per la voglia mostrata ancora una volta dai ragazzi, che hanno messo sul campo tutte le loro energie. Gennaio è un mese fondamentale per provare ad accorciare sul gruppo di testa e questa è una vittoria importante”.

“Abbiamo costruito tanto e rischiato poco. Adesso non guardiamo la classifica, pensiamo solo a vincere più partite possibili. Siamo soddisfatti ma siamo solo all’inizio del nostro percorso, vogliamo andare avanti con lo spirito giusto. Per puntare alle prime posizioni dovremo fare un grande girone di ritorno. Ovviamente, vincere dà morale e permette di lavorare in un clima positivo, abbiamo il potenziale per essere una squadra pericolosa. L’importante è che tutti lavorino e si sacrifichino”. 

Un commento anche sulla prestazione di alcuni singoli:

“Gagliardini? Ha fatto un’ottima partita, così come tutta la squadra. È arrivato all’Inter perché se l’è meritato con le sue prestazioni. Gli ho chiesto solo di giocare come sa. È entrato con personalità, ha grande senso della posizione ed energia. A centrocampo ho cinque titolari, abbiamo ottime soluzioni con elementi importanti. Dobbiamo insistere con il lavoro perché solo andando avanti così avremo la continuità che vogliamo. Icardi? Mauro è fortissimo, la sua determinazione è un segnale importante. Dà l’esempio e nel gruppo sto vedendo l’atteggiamento giusto. Mauro è un top player ed è ancora giovane, quindi può crescere ulteriormente. Gabriel Barbosa titolare in TIM Cup? Sta lavorando bene, come i suoi compagni. Vedremo se martedì sarà nell’undici titolare o entrerà a partita in corso. Vogliamo fare bene in coppa perché per noi è una competizione importante”. 

Analizzando tatticamente la fase offensiva della squadra, il tecnico nerazzurro spiega:

“Possiamo occupare l’area con gli attaccanti esterni e con i centrocampisti, perché abbiamo giocatori che sanno inserirsi con i tempi giusti. Stiamo facendo meglio ma sicuramente possiamo dare ancora di più, anche nel muovere la palla. La cosa importante è la predisposizione al lavoro e la voglia che ho trovato nel gruppo. Chiunque viene chiamato in causa, sta facendo bene”.

Una curiosità in chiusura:

Cosa ho detto nell’intervallo? Ho solo fatto una domanda, chiedendo ai ragazzi cosa c’è mancato nei primi quarantacinque minuti. Loro hanno risposto correttamente, citando la determinazione negli ultimi metri. Ho chiesto di cambiare quell’aspetto nella ripresa, è andata bene e abbiamo vinto. Ho un gruppo consapevole e a livello di responsabilità siamo veramente a un buon punto”. 

{loadposition EDintorni}

Print Friendly, PDF & Email