Inter – Genoa 2 – 0, il dopo partita. Pioli: “Tappa importante per la nostra crescita”

Il tecnico nerazzurro dopo il successo contro il Genoa: “Per noi era fondamentale vincere, vogliamo arrivare alla sosta natalizia con una classifica migliore”

MILANO – “Per noi era troppo importante vincere e questo successo, ottenuto soffrendo, può essere un passaggio importante per la nostra crescita”. Commenta così Stefano Pioli il 2-0 ottenuto dai suoi ragazzi contro il Genoa nel posticipo della 16^ giornata di Serie A.

Il tecnico nerazzurro spiega poi le sue scelte di formazione: “Volevamo mettere sotto pressione il Genoa, fare la partita e sfruttare il tre contro tre in fase offensiva. Non ci siamo mossi bene nella prima mezz’ora e abbiamo sofferto in alcune situazioni su cui dobbiamo essere più attenti. Oggi però era fondamentale vincere, il campionato è ancora lunghissimo e noi vogliamo arrivare alla sosta natalizia con una classifica migliore. Non possiamo essere soddisfatti di quanto fatto finora, abbiamo il dovere di dare il massimo, sapendo di poter migliorare molto”. 

“Credo di aver avuto un buon impatto nell’ambiente e che si stia lavorando nel modo giusto per sfruttare il potenziale a disposizione. Adesso però contano solo i fatti, giochiamo per una grande società e dobbiamo sempre dare il massimo. Dobbiamo ritrovare certezze lavorando, ma è normale che siano i risultati a restituire tranquillità e fiducia. È ancora un momento delicato ma vedo atteggiamenti positivi e la volontà di riprenderci la posizione che meritiamo. Vogliamo accorciare la classifica e onorare i colori che indossiamo”.

Infine qualche curiosità anche sui singoli: “Barbosa? Sta lavorando bene e sta dimostrando di avere nelle corde giocate di qualità. Al momento però il mio obiettivo è cercare equilibrio e certezze. Provo a fare sempre il bene della squadra schierando i giocatori migliori per vincere la partita. Gabriel ha i mezzi per crescere, l’Inter ha fatto un investimento importante che darà i suoi frutti. Joao Mario? Ovviamente dà il meglio in posizione più avanzata, dove può mettere in mostra tutte le sue qualità. Ma ha caratteristiche importanti, che deve sfruttare meglio anche in fase difensiva. Ha tutto per diventare un centrocampista completo”.

{loadposition EDintorni}

Print Friendly, PDF & Email