Inter – Lazio 3 – 0. Il dopo partita, Stefano Pioli: “Una vittoria da squadra”

“Si è visto un gruppo che voleva la vittoria e che ha saputo stringere i denti. Ripartiamo da qui per crescere ulteriormente”. Così il tecnico nerazzurro dopo il 3-0 contro la Lazio


MILANO – “Quello contro la Lazio era uno scontro diretto e stasera il risultato era la cosa più importante. Abbiamo vinto 3-0 e abbiamo anche giocato bene, offrendo una prestazione da squadra vera. Una squadra che ha voluto vincere e ha saputo stringere i denti”. Commenta così Stefano Pioli il terzo successo consecutivo ottenuto dai suoi ragazzi nell’ultimo match del 2016: un 3-0 che permette all’Inter di salire a quota 30 punti in classifica.

“Sapevamo che quella di Simone Inzaghi è una delle squadre migliori d’Europa per rendimento nei primi tempi ed era normale soffrire un po’ la velocità degli attaccanti all’inizio ma i ragazzi sanno che non basta la qualità per vincere le partite. Il gruppo si è aiutato e si è sacrificato, adesso abbiamo un’anima. Questa è la base per ripartire e crescere ulteriormente. Ci sono ancora tanti aspetti da migliorare ma stiamo mettendo sul campo grande spirito e passione. Ci sono i valori tecnici e morali per fare grandi cose, ma per rimontare ed essere veramente competitivi dobbiamo continuare su questa strada”. 

A chi gli chiede se la sosta natalizia sia un bene o un male visto il momento positivo, il tecnico nerazzurro risponde così: “Mi sarebbe piaciuto cavalcare quest’onda di entusiasmo e forse sarebbe bello continuare. Ma passeremo un Natale sereno cercando di restare con la giusta concentrazione perché gennaio può essere decisivo per il nostro futuro”. 

Qualche battuta anche sui singoli: “Banega e Kondogbia? Mi sono piaciuti molto, ma per come li ho visto durante la settimana ero sicuro della loro prestazione positiva. Sono giocatori di qualità e devono solo trovare convinzione e fiducia perchè hanno i mezzi per fare la differenza. Gabriel Barbosa? Sono felice per l’entusiasmo al momento del suo ingresso. È giovane e sta lavorando molto bene, così come tutti i suoi compagni. Di volta in volta sceglierò la formazione migliore da schierare”.

Chiusura dedicata a Mauro Icardi: “Nella ripresa abbiamo alzato il baricentro e ha avuto le situazioni giuste per far male agli avversari ma si è mosso benissimo anche nel primo tempo. Non posso che essere soddisfatto delle sue prestazioni, del suo atteggiamento e dei suoi comportamenti. Ho conosciuto un bravissimo ragazzo, un esempio per come lavora. È importantissimo per noi. Poi dal punto di vista qualitativo sapevo di poter trovare un giocatore di grandissimo livello”. 

{loadposition EDintorni}

Print Friendly, PDF & Email