Inter – Sampdoria 3 – 2, le note di gara

Girandola di emozioni a San Siro: i nerazzurri segnano tre reti (Skriniar e doppietta di Icardi) e colpiscono tre pali, poi il ritorno blucerchiato nel finale 24/10/2017

Inter – Sampdoria 3 – 2, le note di gara 

Girandola di emozioni a San Siro: i nerazzurri segnano tre reti (Skriniar e doppietta di Icardi) e colpiscono tre pali, poi il ritorno blucerchiato nel finale 24/10/2017 – 22:53

MILANO – Davanti ai 54.000 di San Siro succede di tutto nell’anticipo della 10^ giornata della Serie A TIM tra Inter e Sampdoria: i nerazzurri dominano, segnano tre reti, colpiscono altrettanti pali e poi subiscono la rimonta blucerchiata, riuscendo alla fine a vincere 3-2 e a portare a casa i tre punti che, in attesa delle partite di domani, significa primo posto in classifica a quota 26 punti. La prima conclusione del match è della Samp: al 4′ Zapata ci prova col sinistro dal limite ma senza inquadrare la porta di Handanovic. Da lì in poi, il primo tempo diventa un monologo nerazzurro. Al 5′ Candreva lascia partire un gran destro dai 20 metri che termina a lato di un soffio mentre, al 13′, Puggioni deve intervenire a terra sul destro rasoterra di Perisic. Due minuti più tardi D’Ambrosio devia col piatto destro a centro area sul cross rasoterra, mettendo a lato di poco. Puggioni risponde ancora presente al 17′ respingendo con qualche affanno la conclusione di Candreva, ma non può nulla poco dopo su Skriniar: lo slovacco controlla nell’area piccola su corner di Candreva spizzato da Vecino e deposita in rete anticipando l’uscita bassa del portiere blucerchiato. Sbloccato il match, i nerazzurri continuano a premere. Al 29′ Perisic sfiora l’eurogol calciando di prima intenzione da centrocampo approfittando di un rinvio errato di Puggioni: il pallone viene respinto dal palo. Sessanta secondi dopo Nagatomo impegna Puggioni con un sinistro velenoso da circa 25 metri: sul corner seguente, l’estremo difensore doriano respinge in tuffo il colpo di testa di Icardi. Sono le prove generali del gol, che arriva al 32′: il capitano nerazzurro, appostato sul secondo palo, si coordina alla perfezione e trova l’angolino basso con un preciso destro al volo. L’Inter si porta sul 2-0 e, prima dell’intervallo, sfiora anche il tris: al 40′ Icardi svetta in area sul corner dalla destra di Candreva, colpendo in pieno il palo. Il secondo tempo riparte come era finito il primo, ovvero con l’Inter in avanti. Al 54′ Vecino allarga per Perisic che tocca in mezzo dalla destra: Icardi non manca l’appuntamento con l’undicesimo gol stagionale, insaccando col mancino a porta sguarnita. Segnata la terza rete, i nerazzurri sfiorano anche la quarta: al minuto 63 Perisic riceve da Icardi sulla sinistra e, da posizione ravvicinata, colpisce la traversa, portando a tre il conto totale dei pali colpiti. Un minuto dopo, però, è la Sampdoria ad accorciare le distanze: Quagliarella va al cross dalla destra e il neoentrato Kownacki, libero sul secondo palo, supera Handanovic con un tocco al volo sottomisura. La partita resta viva e le occasioni da rete si susseguono: al 67′ Caprari serve dentro l’area Quagliarella, il cui destro da buona posizione termina sul fondo. Icardi e Joao Mario, subentrato nel frattempo a Vecino, sprecano un contropiede al minuto 84 e, subito dopo, la Samp trova il gol del 3 a 2: Quagliarella colpisce di testa a centro area su un cross dalla destra non lasciando scampo ad Handanovic. L’Inter ha ancora una chance con Icardi, il cui sinistro viene respinto da Puggioni col corpo, e negli ultimi minuti di gioco riesce a difendere il gol di vantaggio: termina 3-2, l’Inter scavalca momentaneamente il Napoli al primo posto in classifica.

INTER-SAMPDORIA 3-2 Marcatori: 18′ Skriniar (I), 32′ e 54′ Icardi (I), 64′ Kownacki (S), 85′ Quagliarella (S)

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 37 Skriniar, 25 Miranda, 55 Nagatomo (84′ 21 Santon); 11 Vecino (74′ 10 Joao Mario), 5 Gagliardini; 87 Candreva, 20 B. Valero, 44 Perisic; 9 Icardi (87′ 23 Eder) A disposizione: 27 Padelli, 46 Berni, 7 Cancelo, 13 Ranocchia, 17 Karamoh, 29 Dalbert, 99 Pinamonti Allenatore: Luciano Spalletti

SAMPDORIA: 1 Puggioni; 24 Bereszynski, 26 Silvestre, 13 Ferrari, 29 Murru; 8 Barreto (65′ 16 Linetty), 34 Torreira, 18 Praet; 90 Ramirez (46′ 9 Caprari); 27 Quagliarella, 91 Zapata (57′ 99 Kownacki) A disposizione: 12 Krapikas, 92 Tozzo, 7 Sala, 11 Alvarez, 17 Strinic, 19 Regini, 21 Verre, 28 Capezzi Allenatore: Marco Giampaolo Ammoniti: Murru (S), Quagliarella (S), Gagliardini (I), Eder (I) Recuperi: 0′ + 3′

Arbitro: Guida Assistenti: Tasso, Passeri IV uomo: Calvarese Addetti VAR: Fabbri, Nasca

Print Friendly, PDF & Email