Inter – Sassuolo 1 – 2, Spalletti intervistato dalla Rai

Non è facile parlare dopo una gara come questa…

Spalletti alla Rai: “Il mio futuro lo decide l’Inter. Rafinha è in prestito”

Il tecnico nerazzurro Luciano Spalletti si presentato davanti le telecamere di Rai Sport in seguito al tonfo interno contro il Sassuolo. Queste le sue parole: “Siamo tutti dispiaciuti per quello che è il risultato finale. I giocatori ci tenevano così tanto che sono loro ora a pagarne le conseguenze dal punto di vista psicologico: nello spogliatoio erano affranti. Bisogna fargli un applauso perché hanno dato tanto, seppur in maniera disordinata”.

Cosa è mancato?

“Noi non siamo riusciti a soffocare le loro ripartenze; dal punto di vista tattico non ci siamo immedesimati bene, i loro esterni ci incartavano con i loro strappi in velocità. Quando hanno trovato la possibilità di involarsi palla al piede ci hanno messo in difficoltà”.

Su Icardi:

“MI resta sempre difficile colpevolizzare un calciatore solo. Mancandoci un po’ di freschezza nella scelta, probabilmente abbiamo penalizzato un po’ anche lui. Però ci ha dato talmente qualità e risultati durante l’anno… Stasera è stato sottotono, perché si è spesso messo nelle condizioni di essere marcato e di far stare comodi i centrali del Sassuolo. Non è stato neanche fortunato: Consigli è stato molto bravo”.

Ora bisogna appellarsi al Crotone:

“Noi non ci appelliamo a nessuno. Quella sarà una partita che dirà se saremo ancora dentro la possibilità di giocarsi la Champions. La reazione verrà di conseguenza a quello che sarà il risultato dello ‘Scida’. Vedremo”.

Sulla mancata finalizzazione:

“Io non voglio togliere nulla al Sassuolo, però noi quelle 4-5 occasioni da rete che potevamo sfruttare. Nell’occasione del 2-0 è stato bravissimo Berardi”.

Quanto sarebbe importante la conferma di Rafinha?

“Oggi ha fatto una buona partita, soprattutto nel secondo tempo. Ha la qualità nello stretto, è un giocatore splendido. Per quanto riguarda l’anno prossimo, ne ha parlato anche il direttore prima della partita: questi giocatori sono in prestito e poi tornano in possesso della squadra che hanno il loro cartellino. Costano una cifra importante e noi abbiamo dei paletti, ci saranno delle valutazioni da fare”.

Ci sono possibilità che lei lasci l’Inter?

“Io ho un contratto, per cui la situazione resta uguale. Bisogna vedere se l’Inter vuole che io resti o meno”.

E Icardi?

“Su di lui non ho dubbi: si trova bene in questa città, in questa squadra, con questi compagni e con questa tifoseria. Poi ci sta che ogni tanto giochi come questa sera”.

Print Friendly, PDF & Email