Inter – Spal 2 – 0, le note di gara

Il rigore di Icardi nel primo tempo e il gioiello di Perisic nella ripresa consentono alla squadra di Luciano Spalletti di infilare la terza vittoria consecutiva in campionato

Inter – Spal 2 – 0, le note di gara

Il rigore di Icardi nel primo tempo e il gioiello di Perisic nella ripresa consentono alla squadra di Luciano Spalletti di infilare la terza vittoria consecutiva in campionato 

MILANO – Si torna in campo a San Siro dopo la sosta per gli impegni delle nazionali. Luciano Spalletti per la gara valida per la 3^ giornata della Serie A TIM conferma la line up ipotizzata nelle ore di vigilia: Handanovic tra i pali, D’Ambrosio, Skriniar Miranda e Dalbert sulla linea difensiva, Borja Valero e Gagliardini i due di centrocampo con Candreva, Joao Mario e Perisic alle spalle di Icardi. L’inizio è di marca Inter con Gagliardini ispiratissimo che sfiora le rete in due occasioni. La Spal si difende ordinata ma al minuto ventitré dopo uno scambio con Icardi Joao Mario entra in area e viene atterrato.

Gavillucci da punizione dal limite ma il Var assegna calcio di rigore. Icardi non sbaglia e l’Inter è in vantaggio. La Spal prova a reagire ma sono sempre i nerazzurri a fare la partita e D’Ambrosio sfiora il raddoppio in un paio d’occasioni: la seconda, di testa, impegna Gomis che salva alzando la palla sopra la traversa. Il secondo tempo ricomincia dagli stessi 22 della prima frazione. La Spal trova subito modo di alzare il ritmo e diventa pericolosa cercando di forzare sul lato sinistro della difesa dell’Inter. I nerazzurri ripartono forte e con Dalbert, alla prima al Meazza da titolare, si rendono pericolosi da fuori area. Subito dopo è il turno di Brozovic al posto di Joao Mario. Il croato, poco dopo, ben imbeccato da Perisic calcia alto da posizione favorevole.

Qualche minuto più tardi Skriniar sale sulla trequarti e con il destro colpisce una clamorosa traversa. È il turno di Vecino che rileva Borja Valero. La partita sembra trascinarsi stancamente fino al novantesimo quando Perisic decide di illuminare il Meazza e con un sinistro da leggenda trova l’incrocio dei pali per il due a zero. La Spal prova a reagire con Bonazzoli che calcia fuori di poco dalla distanza. Finisce tra gli applausi degli oltre cinquantasettemila spettatori paganti, dato storico per il botteghino del Meazza alla ore 12.30.

L’Inter va a 9 punti raggiunge la vetta della classifica. Sabato si va a Crotone per proseguire la corsa.

INTER – SPAL 2-0 (Icardi rig. 27′, Perisic 88′)

INTER: 1 Handanovic, 5 Gagliardini, 9 Icardi, 10 Joao Mario (66′ Brozovic), 20 Borja Valero (77′ Vecino), 25 Miranda, 29 Dalbert, 33 D’Ambrosio, 37 Skriniar, 44 Perisic, 87 Candreva (89′ Eder)

A disposizione: 27 Padelli, 46 Berni, 11 Vecino, 13 Ranocchia, 17 Karamoh, 23 Eder, 55 Nagatomo, 61 Vanheusden, 77 Brozovic, 99 Pinamonti

Allenatore: Luciano Spalletti

SPAL: 1 Gomis, 15 Vaisanen, 20 Mora (77′ Grassi), 21 Salamon, 22 Borriello, 23 Vicari, 28 Schiattarella, 29 Lazzari, 33 Costa, 43 Paloschi (66′ Antenucci), 77 Viviani (84′ Bonazzoli)

A disposizione: 17 Poluzzi, 92 Marchegiani, 6 Cremonesi, 7 Antenucci, 8 Bellemo, 9 Bonazzoli, 12 Konate, 14 Mattiello, 18 Schiavon, 24 Vitale, 27 Felipe, 88 Grassi.

Allenatore: Leonardo Semplici

Arbitro: Gavillucci Assistenti: Schenone, Mondin IV uomo: Ghersini Addetti

VAR: Mazzoleni, Giua

Ammoniti: D’Ambrosio (I), Gagliardini (I), Vicari (S), Mora (S)

 {loadposition adorizzontale}

{loadposition EDintorni}

Print Friendly, PDF & Email