Inter-Spal 2-0: Politano e Gagliardini regalano la vittoria all’Inter.

I nerazzurri festeggiano il compleanno numero 111 con due reti.

I nerazzurri festeggiano il compleanno numero 111 con due reti.

Inter-Spal 2-0: Politano e Gagliardini regalano la vittoria all’Inter.

L’Inter c’è. Batte la Spal e si appresta a vivere una settimana importante che vedrà nell’ordine prima i tedeschi dell’Eintracht e poi il Milan. Una settimana di passione, tutta da vivere.

 

I nerazzurri ritrovano soprattutto tanto cuore e la voglia di lottare e combattere. Nel giorno del compleanno della festa numero 111 era fondamentale vincere. Per tenere il Milan a contatto di gomito e per consolidare sempre di più la posizione in area Champions.

Infine, per trovare il giusto smalto in vista del ritorno di Europa League contro i temibili tedeschi dell’Eintracht dove sarà necessario vincere.

La Spal gioca per la salvezza; nell’Inter mancano Nainggolan e Vecino oltre al solito Icardi. Qualcuno, come D’Ambrosio, riposa in panchina.

Non è proprio un periodo fortunato per i colori nerazzurri. Gli infortuni sono troppi se si pensa che anche Brozovic, nel finale del primo tempo, è costretto a lasciare la contesa per un risentimento ai flessori della coscia destra.

Parte dei 61.000 spettatori fischia ma l’Inter non si abbatte. Anzi, fa la partita e gioca, pur con difficoltà, per avere la meglio sui suoi avversari.

Se Icardi manca, Martinez è presente. Il ragazzo s’impegna e corre. Encomiabile il ragazzo per la voglia di stare in campo. Si batte come un leone, su tutti i palloni. Mai egoista, sempre generoso, gioca per gli altri.

Nel primo tempo l’Inter fa un buon possesso palla e controlla agevolmente l’incontro. Manca la velocità, i ritmi sono lenti e la Spal si chiude bene. Difficile per l’Inter penetrare nel fortino disposto da Semplici. Handanovic risulta inoperoso mentre l’Inter costruisce poco e quasi mai appare pericolosa.

Nella seconda frazione di gioco Ranocchia sostituisce Miranda. I nerazzurri non riescono a trovare la giusta intensità per assestare la rete del vantaggio. La Spal sembra, al contrario, disinvolta nel gestire un pari che sarebbe un risultato prezioso.

Per il modo in cui l’incontro si sviluppa occorrerebbe la giocata di un campione per avere la meglio sull’ attenta difesa dei ragazzi di Semplici.

Tutto questo si materializza tra il 70’ e il 78’ grazie alle reti rispettivamente di Politano prima e Gagliardini dopo.

Restiamo ad un punto dal Milan in attesa di giocarci tutto contro l’Eintracht. Non sarà facile ma i ragazzi sanno che si giocheranno parte della stagione.

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email