Inter – Torino 2 – 1, le note di gara

Icardi apre, Belotti la pareggia, ma i nerazzurri conquistano i tre punti a San Siro con la doppietta del capitano a due minuti dalla fine…

MILANO – Secondo impegno infrasettimanale per i nerazzurri nella 10^ giornata di campionato. Frank de Boer opta per un 4-3-3 con Banega, Joao Mario e Brozovic a centrocampo, confermato l’attacco di Bergamo mentre in difesa sugli esterni agiscono Nagatomo e, dal primo minuto, Ansaldi.

L’Inter parte forte e dopo pochi secondi Joao Mario mette Candreva davanti alla porta, ma il lancio è appena lungo e Hart riesce ad anticipare l’esterno azzurro. La prima conclusione, al 3′, è un destro di Joao Mario che si spegne a lato. Dall’altra parte Iago Falque ci prova con un insidioso tiro-cross sul quale Handanovic esce in presa alta senza patemi al 7′. Applausi per una ripartenza dei nerazzurri all’11esimo: Eder resiste a una carica di Iago Falque, cambia gioco per Candreva che al volo prova la conclusione da posizione angolata con palla che colpisce l’esterno della rete. Ancora Inter al quarto d’ora, stavolta ci prova Eder dai 20 metri, servito in profondità da Brozovic. Controllo in corsa e destro, di poco a lato.

Il gioco dei nerazzurri passa ancora una volta per i piedi di Joao Mario al 25′: il portoghese recupera palla sulla trequarti, serve Brozovic che appoggia per l’accorrente Eder, ma il destro a giro dell’attaccante della Nazionale non trova la porta. A 10′ dal termine del primo tempo Inter in vantaggio. Candreva serve Icardi, bravo a scattare in posizione regolare oltre la linea difensiva granata, Hart non è impeccabile nell’uscita e Icardi insacca a porta sguarnita. Il capitano ha un’altra occasione al 42′, lanciato da Brozovic nell’uno contro uno con Moretti, ma la conclusione di sinistro è affrettata ed imprecisa, non inquadra lo specchio. L’ultimo brivido del primo tempo una punizione dai 20 metri di Ljajic che si spegne sulla barriera.

Il primo cambio è ad opera di Mihajlovic, che all’intervallo sostituisce Iago Falque con Maxi Lopez. L’Inter riparte da dove aveva lasciato nel primo tempo: Brozovic al 49′ stoppa al limite e, da fermo, sfiora il palo alla destra di Hart. Non si esaurisce la spinta dei ragazzi di de Boer che nel giro di due minuti collezionano altrettante occasioni: prima Icardi manca di un soffio l’appuntamento di testa con un cross dalla destra di Candreva, poi Eder a conclusione di una combinazione dal limite con Joao Mario, fa tremare Hart e tutta la difesa granata. Gli ospiti alzano il baricentro e il tasso tecnico a centrocampo inserendo anche Benassi, ma il più pericoloso al quarto d’ora è Banega il cui destro sfiora l’incrocio. Si resta però sempre sull’1-0, anche quando Handanovic rilancia rapidamente per Icardi, che serve Brozovic a tu per tu con Hart: il portiere inglese respinge la prima conclusione, il successivo colpo di testa è alto.

La legge non scritta colpisce ancora: sul ribaltamento Belotti approfitta di un infortunio della difesa nerazzurra e batte Handanovic con un mancino secco sotto la traversa. Incredibile occasione al 65′ per Brozovic che da un metro, di testa, si vede respingere la conclusione dalla schiena di Moretti. Altra occasione per il nuovo vantaggio al 72′: Banega, Joao Mario, Icardi, tutto in verticale per Candreva che da due passi dentro l’area calcia troppo centrale. Un minuto dopo ancora Banega per Candreva, che taglia sul primo palo ma impatta male di testa. A dieci minuti dalla fine è ancora Moretti a salvare i suoi, gettandosi alla disperata nel cuore dell’area su una conclusione a botta sicura di Icardi e respingendo di piede. Toro che si riaffaccia dalle parti di Handanovic all’85esimo con una conclusione dalla distanza di Valdifiori, a lato. A due minuti dalla fine ci pensa ancora Mauro Icardi, che controlla spalle alla porta, si gira e fa partire un destro secco che si infila sotto la traversa e fa ‘esplodere’ San Siro. Nei 3′ di recupero il Torino carica a testa bassa per l’assalto finale, conquista un corner su cui sale anche Hart, ma Icardi è ovunque e spazza lontano l’ultimo pallone del match.

INTER-TORINO 2-1
Marcatori: Icardi (36′ e 88′), Belotti (63′)

INTER: 1 Handanovic; 15 Ansaldi, 25 Miranda, 24 Murillo, 55 Nagatomo; 77 Brozovic, 6 Joao Mario, 19 Banega; 87 Candreva, 9 Icardi, 23 Eder (74′ Palacio 8).
A disposizione</strong>: 30 Carrizo, 2 Andreolli, 10 Jovetic, 13 Ranocchia, 21 Santon, 27 Gnoukouri, 33 D’Ambrosio, 44 Perisic, 94 Yao, 95 Miangue, 96 Barbosa.
Allenatore: Frank de Boer

TORINO: 21 Hart; 7 Zappacosta, 13 Rossettini, 24 Moretti, 23 Barreca; 6 Acquah (59′ Benassi 15), 18 Valdifiori, 22 Obi (75′ Baselli 8); 14 Iago Falque (46′ Maxi Lopez 11), 9 Belotti, 10 Ljajic.
A disposizione: 1 Padelli, 90 Cucchietti, 5 Bovo, 17 Martinez, 20 Vives, 25 Lukic, 29 De Silvestri, 31 Boy&eacute;, 93 Ajeti.
Allenatore: Sinisa Mihajlovic

Ammoniti: Valdifiori (28′), Maxi Lopez (80′), Benassi (89′), Belotti (92′)

Recupero</strong>: 2′ – 3′

Arbitro: Massa
Assistenti</strong>: Vuoto, Fiorito<br />
IV uomo: Alassio
Addizionali: Tagliavento, Irrati

{loadposition EDintorni}

Print Friendly, PDF & Email