Inter – Torino 2-1, le note di gara

Nerazzurri in vantaggio col rigore di Icardi, nella ripresa Molinaro e Belotti, su rigore, ribaltano il risultato. L'Inter chiude in 9

Nerazzurri in vantaggio col rigore di Icardi, nella ripresa Molinaro e Belotti, su rigore, ribaltano il risultato. L’Inter chiude in 9

Inter – Torino 2-1, le note di gara
Nerazzurri in vantaggio col rigore di Icardi, nella ripresa Molinaro e Belotti, su rigore, ribaltano il risultato. L’Inter chiude in 9. – MILANO – L’Inter torna di scena a San Siro e Roberto Mancini sceglie un 4-2-3-1 con Icardi supportato dal trio Ljajic, Palacio, Perisic, con Brozovic e Medel sulla mediana. In difesa Santon, Miranda, Jesus e Nagatomo formano ila linea difensiva davanti ad Handanovic.
Al 5′ brivido per i tifosi nerazzurri: Belotti centra un pallone teso e rasoterra dalla destra, Handanovic si proietta in uscita bassa per anticipare Maxi Lopez e Miranda, ma sullo slancio il difensore brasiliano colpisce al volto il numero 1, che rimane a terra per qualche secondo per fortuna senza conseguenze. Ritmi blandi nel primo quarto d’ora, poi il match si accende. Brozovic si accentra dalla destra e prova la conclusione, ribattuta dal braccio di Moretti: per Guida è rigore e giallo per il difensore granata. Dal dischetto Icardi non sbaglia e porta avanti l’Inter. Il Torino non trova il modo di organizzare una vera reazione e così l’Inter può rallentare il gioco e provare a pungere in ripartenza, specialmente con Ljajic e Palacio, bravi a trovare spazi tra le linee di difesa e centrocampo dei granata.
Al 32′ altra occasione per i nerazzurri al termine di uno schema su calcio di punizione dalla trequarti che libera alla conclusione Miranda, che però non trova lo specchio. Due minuti dopo ci prova Perisic, lanciato da Nagatomo, ma Peres chiude in angolo Sugli sviluppi del corner, Icardi si libera bene in area ma il sinistro è fuori misura. Al 39′ Ljajic si libera al limite dell’area, Bovo si oppone con i corpo e sventa la minaccia per i suoi. Non succede altro neppure nei 2′ di recupero assegnati da Guida, e così le squadre vanno negli spogliatoi sull’1-0.
Stessi 22 in campo alla ripresa del gioco. Parte forte l’Inter che con un’azione costruita da Ljajic libera Icardi a centro area: nel contrasto l’attaccante nerazzurro va giù in area ma per Guida è il capitano ad aver commesso fallo. Al 52′ la più grande occasione fin qui per i granata: Belotti scatta in posizione regolare oltre la difesa interista, ma Handanovic è strepitoso e respinge in angolo. Al 55′ il pareggio degli ospiti: Maxi Lopez difende palla e serve la corsa di Molinaro, che con il destro sinistro anticipa Santon e supera Handanovic. Due minuti dopo altra svolta nel match: Miranda, già ammonito, interviene in ritardo su Belotti a centrocampo e riceve il secondo giallo. La prima mossa di Roberto Mancini è Murillo per Ljajic. Continua il pressing del Torino che ci prova dalla distanza con Vives, alto.
L’Inter ci prova con le ripartenze e si affida spesso a Perisic, che sulla sinistra ha spazio e passo per puntare Peres e Bovo. Proprio da quella fascia nasce l’azione più pericolosa dei nerazzurri nella ripresa: Palacio centra per Perisic, sponda volante del croato per il colpo di testa di Icardi sul quale Padelli si fa trovare pronto. Altro episodio al 72′: su un presunto contatto tra Belotti e Nagatomo, Guida assegna il calcio di rigore ed estrae il rosso anche per il difensore giapponese. Dal dischetto l’attaccante granata non fallisce e ribalta il risultato. La partita adesso si fa ancora più complicata: l’Inter ci prova ancora con una fiammata di Biabiany, poi Mancini inserisce Eder e i nerazzurri passano al 3-4-2 con Perisic e Biabiany in fascia e Palacio-Eder ad agire in prossimità dell’area. Il Torino colpisce anche un palo con Baselli, poi l’ultimo tentativo è un destro dalla distanza di Perisic fuori misura. L’Inter ci prova comunque fino all’ultimo, conquista un calcio d’angolo sul quale anche Handanovic sale in area avversaria ma non riesce più ad impensierire Padelli e dopo 5′ di recupero Guida manda tutti negli spogliatoi.
INTER-TORINO 1-2
Marcatori: Icardi (17′), Molinaro (55′), Belotti 73′
INTER: 1 Handanovic; 21 Santon (84′ Eder 23), 25 Miranda, 5 Jesus, 55 Nagatomo; 77 Brozovic, 17 Medel; 22 Ljajic (58′ Murillo 24), 8 Palacio, 44 Perisic; 9 Icardi (71′ Biabiany 11).
A disposizione: 30 Carrizo, 46 Berni, 7 Kondogbia, 10 Jovetic, 11 Biabiany, 12 Telles, 23 Eder, 27 Gnoukouri, 33 D’Ambrosio, 83 Melo.
Allenatore: Roberto Mancini
TORINO: 1 Padelli; 24 Moretti, 18 Jansson, 5 Bovo (67′ Gazzi 14); 33 Peres, 15 Benassi (79′ Farnerud 8), 20 Vives, 4 Obi (56′ Baselli 16), 3 Molinaro; 9 Belotti, 11 Maxi Lopez.
A disposizione: 13 Castellazzi, 28 Ichazo, 7 Zappacosta, 17 Martinez, 19 Maksimovic, 21 Silva.
Allenatore: Giampiero Ventura
Ammoniti: Moretti (16′), Miranda (19′), Vives (29′), Medel (41′), Peres (81′), Molinaro (87′), Belotti (89′)
Espulsi: Miranda (57′), Nagatomo (72′)
Recupero: 2′ – 5′
Arbitro: Guida
Assistenti: Giallatini, Ranghetti
IV uomo: Vuoto
Assistenti addizionali: Valeri, Di Bello