Intervista a Wanda Nara

“Ci piace il progetto Suning, Champions non decisiva. Spalletti? Lui lo aiuta. Martinez e i croati…”

“Ci piace il progetto Suning, Champions non decisiva. Spalletti? Lui lo aiuta. Martinez e i croati…”

Mauro Icardi nella storia dell’Inter: quattro gol da record proprio al Ferraris, lo stadio in cui inizio a giocare in Serie A. Wanda Naratorna a parlare del centravanti nerazzurro e lo fa alla Gazzetta dello Sport. “Ci teneva a segnare il centesimo, perché la storia non si cancella. E ci teneva anche per i tifosi. Lui è il primo a tifare Inter, quindi sa bene cosa significhi”, dice la moglie-procuratrice..

I tifosi dell’Inter si divertiranno ancora a lungo con Mauro?
“Non posso prevedere il futuro, ma posso dire che il progetto della famiglia Zhang ci piace. Hanno voglia di crescere e di far tornare l’Inter tra i grandi club”.

La qualificazione in Champions sarà determinante per il futuro di Icardi in nerazzurro?
“In questi anni siamo rimasti anche senza Champions…”.

Che rapporto ha Mauro con Luciano Spalletti?
“Un rapporto sano, un rapporto sincero come deve essere tra il capitano e l’allenatore della squadra. Mauro ama molto ascoltare e imparare dalle persone più esperte di lui. E in questo Spalletti lo sta aiutando a crescere”.

Qualche tempo fa il d.s. Piero Ausilio disse che il rinnovo verrà fatto “in silenzio”. Ne state parlando?
“Mauro fa rumore in campo, dove deve fare rumore. Siamo tutti molto rilassati al riguardo. Noi siamo fiduciosi sul rinnovo e quando incrocio il direttore sportivo allo stadio ridiamo e scherziamo. Gli faccio a volte la battuta: ogni giorno che passa, vale sempre di più. Ma c’è serenità nell’aria, nessuna tensione”.

Quindi ci aspettiamo un ritocco verso l’alto della clausola e dell’ingaggio?
“Quando si rinnova, lo si fa per migliorare la situazione in essere. Ma non abbiamo ancora pensato alle condizioni e alle cifre”.

Ora non è stato convocato per le amichevoli, ma il Mondiale resta un’opzione concreta?
“Lo dice spesso Mauro, quando parliamo tra di noi, che il Mondiale lo deve fare chi se lo merita. L’Argentina ha una serie di attaccanti fortissimi e quindi per essere convocati dal c.t. Sampaoli bisognerà stare bene e segnare con regolarità. Mai il c.t. ha fatto le convocazioni in base ai gossip però, è sempre stato attento ai risultati del campo”.

A luglio arriverà con ogni probabilità Lautaro Martinez: lo conoscete?
“Non di persona, ma Mauro è pronto a dargli il benvenuto ad Appiano come ha sempre fatto in questi anni con tutti i nuovi giocatori dell’Inter”.

Capitolo gossip: quello recente che ha visto coinvolti lei e Marcelo Brozovic continuerà in aula?

Fonte Gazzetta dello Sport

Print Friendly, PDF & Email