La Lazio stronca l’Udinese. Stacca l’Inter di 3 punti ed è terza in solitudine

La Lazio non si ferma e anche nel recupero della 12a giornata di Serie A porta a casa i tre punti, superando nettamente per 3-0 l’Udinese all’Olimpico.

La Lazio stronca l’Udinese. Stacca l’Inter di 3 punti ed è terza in solitudine

La Lazio non si ferma e anche nel recupero della 12a giornata di Serie A porta a casa i tre punti, superando nettamente per 3-0 l’Udinese all’Olimpico.

Simone Inzaghi recupera De Vrij al centro della difesa, completata da Wallace e Radu. Centrocampo a quattro con Basta e Lukaku sulle fasce, Parolo e Leiva in mezzo. In avanti a sorpresa ci sono Felipe Anderson e Nani in coppia, con Milinkovic Savic a supporto. L’Udinese di Massimo Oddo arriva all’Olimpico senza Lasagna, con De Paul che viene inizialmente messo in panchina. Dunque in attacco ci sono Perica e Maxi Lopez, mentre la sorpresa vera è a centrocampo dove Jankto resta fuori con l’inserimento di Hallfredsson. Il match comincia su buoni ritmi e qualche scintilla di troppo, con Perica subito ammonito dopo 11 minuti. La Lazio gioca senza forzare, ma al 22’ trova comunque la rete del vantaggio: Basta riceve sulla destra e crossa, dall’altro lato arriva Milinkovic-Savic, che rimette al centro con potenza. La palla sbatte sul viso di Samir nella mischia e finisce in fondo alla rete con Bizzarri impossibilitato ad intervenire. La reazione dell’Udinese c’è ed è immediata, con i friulani vicini al pari al 26’: azione in velocità, sponda di Maxi Lopez che innesca l’inserimento di Barak, il ceco entra in area ed incrocia il mancino, ma Strakosha va a terra e con un grande intervento dice di no. La Lazio tiene i ritmi volutamente non alti, andando comunque in avanti nel finale di tempo prima con un destro di Paolo al limite finito a lato, poi con Felipe Anderson al 43’. Primo tempo che si chiude sull’1-0 Lazio.

Il secondo tempo si apre con i padroni di casa che trovano subito il 2-0 al 47’: Felipe Anderson punta e affonda la difesa avversaria e va via a Danilo sulla sinistra. Cross basso per Nani, che ci mette il piattone e spinge in rete. Oddo a quel punto perde poco tempo e al 55’ inserisce De Paul per Barak, sbilanciando la squadra in avanti. Poco dopo dentro anche Jankto per Perica, viste le scarse occasioni create dall’Udinese. Ma l’inerzia del match è tutta per la Lazio, con Inzaghi che al 65’ preserva anche Milinkovic-Savic, diffidato, in vista del match di domenica prossima contro il Milan. L’Udinese ci prova con orgoglio, prima con Jankto e poi con De Paul, ma senza impensierire Strakosha. Anche se quest’ultimo all’80’ rischia di combinarla grossa: prima sbaglia un passaggio facile a Leiva, la palla è recuperata d Jankto che innesca De Paul tutto solo davanti all’albanese. Ma il numero 10 ospite deve fare i conti con una prodezza del numero uno di casa che evita la rete alzando in corner un rigore in movimento. Nel finale arriva anche il 3-0 della Lazio, minuto 87: Lulic dà un grandissimo pallone sulla corsa di Felipe Anderson, imprendibile per Danilo in velocità, il brasiliano davanti a Bizzarri non sbaglia col destro. Finisce 3-0, Olimpico ancora in festa per la Lazio di Simone Inzaghi.

Print Friendly, PDF & Email