La storia di Inter – Zenit San Pietroburgo

#Interintour: pareggio tra Inter e san Pietroburgo per 3 a 3, si è visto qualcosa, ma niente di che…

Primo pareggio della stagione per l’Inter di Luciano Spalletti, che fa 3-3 con lo Zenit San Pietroburgo all’Arena Garibaldi di Pisa nella terza amichevole della #InterPreSeason.

Primo quarto d’ora di studio per entrambe le squadre con pressing alto e qualche imprecisione di troppo in fase di impostazione. A rompere gli equilibri ci pensa Antonio Candreva, che porta in vantaggio i nerazzurri con una giocata straordinaria: cambio di gioco di D’Ambrosio, stop impeccabile del numero 87 interista, che si aggiusta il pallone e lascia partire un destro destinato all’incrocio dei pali.

I ragazzi di Luciano Spalletti prendono coraggio dopo il gol, ma nel momento migliore subiscono il pareggio della formazione russa: sugli sviluppi di una rimessa laterale la palla arriva sui piedi di Noboa, che di prima intenzione non lascia scampo ad Handanovic. Dopo una fase di equilibrio, al 40′ l’Inter va vicinissima al 2-1: Politano al centro per Icardi, che libera in area Borja Valero; la conclusione del centrocampista spagnolo viene sporcata da un avversario, supera Lunev ma viene respinta sulla linea dall’intervento in extremis di Mevija. 

Sempre Borja Valero è protagonista a inizio ripresa, quando su cross di Politano viene atterrato in area prima della deviazione vincente: Manganiello concede calcio di rigore all’Inter e Mauro Icardi dal dischetto non sbaglia, riportando avanti i suoi. Ancora una volta però il vantaggio nerazzurro dura pochi minuti: Mak viene servito sul lato corto dell’area trova un angolo incredibile e mette palla nel sette. 

Il botta e risposta prosegue, questa volta a parti inverite: prima lo Zenit trova il 3-2 con una conclusione incredibile dalla distanza di Hernani, poi Lautaro Martinez (entrato poco prima al posto di Mauro Icardi), risolve una mischia in area nata dal colpo di testa di Politano e ristabilisce la parità con una girata vincente al limite dell’area piccola. Sono le ultime vere emozioni del match, che si chiude con il risultato di 3-3. I nerazzurri torneranno in campo martedì 24 luglio per la sfida sul campo dello Sheffield United.

INTER-ZENIT SAN PIETROBURGO 3-3
Marcatori: 16′ Candreva, 27′ Noboa, 5′ st Icardi, 19′ st Mak, 28′ st Hernani, 30′ st Lautaro

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio (34′ st Zappa 67), 6 De Vrij (20′ st Ranocchia 13), 37 Skriniar, 29 Dalbert; 5 Gagliardini, 18 Asamoah (32′ st Roric 65); 16 Politano (32′ st Colidio 32), 20 Borja Valero (20′ st Emmers 40), 87 Candreva (32′ st Salcedo 74); 9 Icardi (20′ st Lautaro 10).
A disposizione: 27 Padelli, 46 Berni, 59 Dekic, 63 Pompetti, 64 Nolan, 68 Demirovic.
Allenatore: Luciano Spalletti

ZENIT SAN PIETROBURGO: 99 Lunev, 2 Anyukov, 5 Paredes (37′ st Kranevitter 8), 60 Ivanovic (20′ st Neto 13), 10 Rigoni (1′ st Mak 20), 11 Driussi (20′ st Kuzyaev 14), 15 Nabiullin, 16 Noboa ( Hernani 33), 17 Shatov (37′ st Ozdoev), 22 Dzyuba ( 20′ st Zabolotny 29), 23 Mevija.
A disposizione: 1 Lodygin, 41 Kerzhakov, 19 Smolnikov, 25 Skrobotov, 26 Chernov, 77 Djordjevic.
Allenatore: Sergey Semak

Arbitro: Gianluca Manganiello
Assistenti: Stefano Liberti e Dario Cecconi
IV Uomo: Francesco Meraviglia