Lazio – Inter 1 – 3, breve commento e valutazioni

Vittoria dell’Inter all’Olimpico.

Lazio – Inter 1 – 3, breve commento e valutazioni

Vittoria dell’Inter all’Olimpico.

Nonostante i 4 gol, non è stato un buon match quello tra Lazio e Inter. La partita non offre emozioni, giocata in slow motion fino al 17’, quando Murillo atterra Keita che si guadagna il rigore. Dal dischetto va lo stesso Keita che trasforma: Lazio in vantaggio. All’Inter bastano 14 minuti per pareggiare: al 31’ su calcio d’angolo. Dalla bandierina va Brozovic che lo batte teso e il cross finisce sulla testa di Andreolli, che tutto solo segna la rete del pareggio. Al 37’ l’Inter raddoppia: la mette Candreva e Hoedt (probabilmente a causa della mancanza di comunicazione tra lui e l’estremo difensore laziale Vargic, anticipa l’intervento, ma butta la palla nella sua porta per il vantaggio del 2-1 Inter. Nonostante i 3 gol, la prima vera palla gol non capitalizzata è dell’Inter: al 46’ Candreva sulla destra effettua un cross teso che prima di attraversare tutta l’aria di rigore, sfiora Eder, ma non riesce ad appoggiarla in porta. Il secondo tempo si apre subito con un’ottima progressione di Eder che si guadagna una punizione dal limite. Sulla palla vanno in due: lui e Perisic. Eder l’appoggia a Perisic che restituisce palla all’Italo-Brasiliano che a sua volta tira. Palla fuori di un soffio. L’Inter finalmente continua a creare diverse azioni, anche se al 21’ del secondo tempo, Immobile tira a botta sicura in aria e colpisce la traversa. 21’: le cose per l’Inter migliorano: espluso Keita per doppio giallo. Al 29’ anche Eder trova la gioia personale: dopo il salvataggio sulla linea del giovane Lombardi, Eder piazzato in aria piccola marcato male e non sbaglia è l’1 a 3 Inter. Al 33’ anche Lulic si fa espellere per doppio giallo, lasciando la propria squadra in 9. Una delle note positive di serata è l’entrata in campo del giovane Pinamonti, dimostra una volta in più di più a essere pronto a giocare in prima squadra.

Pagelle: Lazio:: 55 Vargic:6; 13 Wallace:5,5, 3 De Vrij:5,5:, 2 Hoedt:4,5; 10 Felipe Anderson:5,5, 21 Milinkovic:5,5, 20 Biglia:5, 18 Luis Alberto:5, 19 Lulic:5; 17 Immobile:5,5, 14 Keita:6,5. Migliore: Keita, ha giocato bene, nonostante la sconfitta. L’unico che si è sempre proposto per ricevere palla. Peggiore: Hoedt. Autogol sfortunato. Troppi passaggi in orizzontale nella propria 3/3, si è preso troppi rischi.

Inter: 1 Handanovic:6; 33 D’Ambrosio:6, 24 Murillo:4,5, 2 Andreolli:6,5, 55 Nagatomo:6; 17 Medel:5, 5 Gagliardini:6; 87 Candreva:6,5, 77 Brozovic5,5, 44 Perisic:6; 23 Eder:6,5. Migliore: Andreolli. intelligente nell’azione del gol nel calcolare la traiettoria della palla ed il suo smarcamento. Più che discreto anche nella fase difensiva: nessuna sbavatura. Peggiore: Murillo. Due falli molto rischiosi in area, il primo causa il rigore su Keita. Non si possono prendere troppi rischi con falli inutili, non difficili da evitare: troppo precipitoso.

{loadposition EDintorni}

 

Print Friendly, PDF & Email