Lazio Inter, parla Simone Inzaghi

Le parole di Simone Inzaghi dopo la sconfitta costa la qualificazione champions

Un grandissimo rammarico per noi

ROMA – Al termine di Lazio-Inter, il mister biancoceleste Simone Inzaghi ha commentato la sfida ai microfoni di Sky Sport. Queste le sue parole: “Siamo arrivati ad un centimetro dalla Supercoppa e abbiamo vinto, questa sera non ce l’abbiamo perso. C’è grande rammarico per questa sera. Potevamo chiuderla nelle giornate precedenti, questa sera avremmo meritato di più di loro. Non toglie nulla alla stagione dei ragazzi, dobbiamo imparare soprattutto dai nostri errori. Non cerchiamo alibi, anche se la sconfitta è immeritata”.

COSA CAMBIA IL QUINTO POSTO?

“C’è tempo per pensare a questo. Voglio inizialmente ringraziare i nostri meravigliosi tifosi, dispiace non aver fatto quest’ultima salita. Penseremo a quali mosse fare per rinforzarsi. Io ancora sulla panchina della Lazio? Non è tempo di parlare di questo. Voglio ringraziare i ragazzi perché hanno fatto un’annata straordinaria”.

OBIETTIVI NON RISPETTATI?

“Erano altre le squadre che puntavano alla Champions ad inizio anno. Non dimentichiamoci che siamo gli unici ad aver battuto due volte la Juventus. Abbiamo cercato di fare il nostro meglio in tutte le competizioni”.

CAMBIO IMMOBILE?

“Purtroppo Ciro veniva da diciannove giorni di inattività. Avevo Caicedo che si stava scaldando, dopo poco l’avrei messo. In quel momento non avrei toccato nulla, ma Immobile non poteva giocare più di settanta minuti”.

MEGLIO SEGNARE DI MENO E SUBIRE POCHI GOL?

“Ci stiamo lavorando. Vogliamo migliorare anche in questo aspetto, ma siamo una squadra che pratica un calcio offensivo”.

{loadposition adorizzontale}

 

Print Friendly, PDF & Email