Lippi: “Inter da 3-4-3”. Ma Conte può pensare al tridente?

Pro e contro del modulo alternativo: ci sono le punte giuste, ma il centrocampo rischia di soffrire. E non è detto che sia più offensivo.

Antonio Conte – Getty Images

Pro e contro del modulo alternativo: ci sono le punte giuste, ma il centrocampo rischia di soffrire. E non è detto che sia più offensivo.

Lippi: “Inter da 3-4-3”. Ma Conte può pensare al tridente?

 

La Settimana

Marcello Lippi, nell’intervista sulla Gazzetta di oggi dice: “Credo che anche Conte finirà a schierare tre punte. Ha già fatto il 3-4-3, avendo Sanchez e Politano è possibile”. Il tridente è un’idea sempre stimolante, specie per i tifosi. Ma è una via percorribile per l’Inter attuale? Antonio Conte in queste settimane ha parlato dell’argomento, definendolo una possibilità, ma “solo a gara in corso”: “Giocare col 34-3 o con il 3-4-2-1 è una possibilità, su cui con il tempo lavoreremo. Ma toglie qualità ai nostri centrocampisti, che sono più adatti al ruolo di mezzali. Andiamo avanti per la nostra strada”.

Il passaggio al tridente non è quindi all’ordine del giorno. Per le caratteristiche degli uomini d’attacco è una possibilità, visto che Politano sarebbe nella sua posizione naturale, e Sanchez ha interpretato e interpreta (col Cile) il ruolo di esterno, anche se in Premier ha giocato più da seconda o prima punta. Però implicherebbe più di un aggiustamento a centrocampo, dove al momento Brozovic, Sensi e Barella non sembrano pronti per reggere “l’urto” in un centrocampo a due . Vecino e Gagliardini hanno il fisico giusto, ma il flusso del gioco ne risentirebbe. Questo assetto poi implicherebbe l’impiego di esterni più di copertura (D’Ambrosio e Biraghi?). Antonio Conte ritiene che l’attuale modulo, il 3-5-2, al momento sia più offensivo che uno col tridente, presentando quattro uomini sulla linea d’attacco in fase di possesso. Poi certo, la stagione e lunga e le caratteristiche degli avversari diverse: l’idea resta sullo sfondo.

Il Nerazzurro, l’unico vero quotidiano dei tifosi interisti!

FONTE GAZZETTA DELLO SPORT

Print Friendly, PDF & Email