Mercato: l’Inter vuole completare la squadra

Dopo Lisandro Lopez e Rafinha, l’Inter vuole completare il suo mercato invernale…

Mercato: l’Inter vuole completare la squadra

Dopo Lisandro Lopez e Rafinha, l’Inter vuole completare il suo mercato invernale…

Mancano due tasselli al completamento del mercato, un centrocampista in grado di spostare gli equilibri ed un giocatore capace di comprire tutti i ruoi dell’attacco. L’Inter ha scandagliato il mercato, ha trattato con tutti i calciatori che in questo momento storico economico può permettersi e le scelte, per non di primissima fascia sono sicuramente di buon livello. Si tratta di Pastore e di Sturridge, due trattative non semplici. Il giocatore del PSG ha dichiarato a Mundo Deportivo: «Le voci su un mio futuro all’Inter le ho sentite anche io. Il mio agente ha avuto alcuni contatti con i dirigenti nerazzurri – ha ammesso l’argentino -, ma senza raggiungere un accordo. L’Inter è un club che mi piace molto e andare in Italia è ciò che mi piacerebbe fare se dovessi andarmene dal Psg. Il direttore tecnico (Walter Sabatini, ndr) è colui che mi ha portato a Palermo ed è rimasto un amico: in questi anni abbiamo parlato spesso, ma non c’è niente di più ed è un bugia che avrei già salutato i miei compagni. Da quando sono a Parigi ho sempre pensato a fare il meglio che posso per questa squadra e il fatto che nelle ultime partite ho giocato molto mi rende felice. Ho ancora un anno e mezzo di contratto e sono tranquillo perché volevo giocare di più e sta succedendo». Pastore ha uno stipendio importante, circa 8 milioni netti a stagione e quindi deve ancora avere dal Psg 12 milioni. L’Inter quella cifra potrebbe corrispondergliela in tre stagioni (arrotondandola con l’aggiunta di qualche bonus)…Pastore per bocca del suo agente si è detto disonponibile ad una drastica riduziona del suo attuale ingaggio. Per quanto riguarda Sturridge la trattativa esiste, ma è un incastro che vede coinvolti Eder e Pinamonti… Ne sapremo di più entro un paio di giorni. Come anzi detto non si tratta di giocatori di primissima fascia, ma sicuramente di giocatori che, se in buono stato di forma picofisica possono toccare livelli di rendimento assai elevati. Ci sarebbe un terzo nome, ma nessuno vuole sbilanciarsi e sul quale non siamo riusciti a raccogliere informazioni affidabili e credibili. Come già detto ci vorranno ancora alcuni giorni, ma Sabatini ed Ausilio non stanno con le mani in mano.

Print Friendly, PDF & Email