Milan-Inter 2-3 le pagelle dei nerazzurri

Dopo la pessima gara contro l'Eintracht temevamo il peggio anche per il Derby, ma la "Pazza Inter" ha divorato il Milan, Amiamola sempre!

Dopo la pessima gara contro l’Eintracht temevamo il peggio anche per il Derby, ma la “Pazza Inter” ha divorato il Milan, Amiamola sempre!

Milan-Inter 2-3 le pagelle dei nerazzurri

Di seguito le valutazioni dei ragazzi:

 

Handanovic 6,5 incolpevole sui gol un paio di parate non incredibili comunque importanti

Asamoah 6,5 sempre attento e prezioso nel guadagnare un paio di falli importanti nel finale di partita che fanno rifiatare la squadra

D’Ambrosio 6,5 si immola al minuto 95’ per salvare un tap in ravvicinato. Per fortuna non ci sono arbitri che inventano falli di mano questa volta.

Skriniar 6,5 prende decine di palloni buttati dentro l’area dell’Inter, sfiora anche il gol in una sortita offensiva. Solita grande prestazione.

DeVrjii 7 importante il suo gol per allungare in avvio di ripresa, riscatta l’errore contro l’Eintracht. In difesa sempre attento, cade in occasione del secondo gol del Milan. C’era fallo? Forse no comunque il fuorigioco di Piatek si.

Brozovic 6 era al rientro e fa quello che può. Non una prova esaltante ma comunque preziosa la sua presenza vista l’emergenza che continua.

Vecino 7 alterna prove imbarazzanti come quella di giovedì quando non si capisce cosa ci fa in campo a prove come questa e a gol pesanti. Ne poteva anche fare un altro, ma spara fuori malamente.

Gagliardini 6 perde la marcatura di Bakayoko sul primo gol del Milan, ma merita comunque la sufficienza. La sua presenza fisica é importante, cerca anche il tiro con discreta pericolosità.

Politano 7,5 imprendibile stasera fa davvero male quando parte palla al piede. Un assist delizioso, un rigore procurato e difesa del Milan messa in costante apprensione.

Lautaro 7,5 un assist geniale in apertura quando offre la sponda vincente di testa a Vecino. Un rigore trasformato con freddezza e tantissimi falli guadagnati. Tanta qualità e personalità per un ragazzo di 22 anni.

Borja 5,5 non entra benissimo in partita, forse i ritmi sono troppo alti per lui.

Ranocchia e Candreva sv

Spalletti 7 mette in campo una squadra totalmente diversa da quella di giovedì. La squadra parte forte, messa bene in campo e domina il primo tempo. Nella ripresa resiste al forcing del Milan. La sua mossa di avanzare Vecino da i suoi frutti.