Milan-Inter 2-3 : L’Inter vince il derby e torna davanti!

I nerazzurri giocano bene e travolgono i rossoneri, Pazza Inter davvero!

I nerazzurri giocano bene e travolgono i rossoneri, Pazza Inter davvero!

Milan-Inter 2-3 : L’Inter vince il derby e torna davanti!

Un primo tempo in crescendo rossiniano, con l’Inter padrona di ogni zolla, di ogni centimetro quadrato del campo schiacciano il Milan ogni volta che vogliono. Mio Dio quante imbarcate s’è preso il diavolo!

 

Nel finale del match ed esattamente nel doppio intervento miracoloso di Handanovic e D’Ambrosio, rispettivamente su Castillejo prima e Calabria dopo, c’è l’essenza nerazzurra.

Il rifiuto delle cose facili; la precarietà trascinata sino alla fine; il rendere ogni cosa difficile.

Al termine l’apoteosi. Che porta a gustare questa vittoria, nel derby cittadino, in un modo dolce perché la sofferenza è sovente preparatoria di sensazioni speciali. Come quelle che ti rapiscono nella notte di San Siro per non lasciarti più.

Potenza dell’Inter e di una storia che ama ripetersi anche se legata ad un fugace momento di una stagione non proprio fortunata.

Ma oggi i ragazzi di Spalletti hanno dato prova di saper reagire a tutto. Ad un Milan annunciato in grande spolvero e che avrebbe dovuto fare dell’Inter un sol boccone.

Alle critiche e all’amarezza del dopo Eintracht. Anche alle polemiche, solite e infinite, legate alla vicenda Icardi.

Tutto è stato trasformato in una forza morale nuova e soprattutto nella giusta mentalità e approccio alla gara.

Martinez e compagni mostrano subito il piglio giusto; pronti a sbranare il Milan reduce da cinque vittorie consecutive. Dopo tre minuti Vecino non perdona e graffia il Diavolo.

L’Inter ha giocato in coppa ma non sembra un dato significativo e apparente. I nerazzurri, al contrario, giocano con intensità, pressano su tutto quello che si muove in campo e sono sempre sul pezzo quando devono impostare.

Paquetà sfiora il pari in un’azione estemporanea perché il gioco lo comanda sempre l’Inter.

Vecino, difficile da arginare, sfiora il raddoppio in due occasioni. La partita è bella ma l’Inter gioca bene e meglio del Milan.

Nel secondo tempo passano sei minuti e De Vrij regala il raddoppio all’Inter con un bellissimo colpo di testa.

Il Milan appare in difficoltà; la difesa non è insuperabile e il centrocampo fa fatica nell’imbastire azioni degne di nota. La squadra ha tuttavia lo spirito del suo allenatore; non si arrende mai e Bakayoko la riapre.

Lautaro la chiude parzialmente su rigore e Musacchio la tiene in bilico sino alla fine.

La partita è stata bella. Combattuta. L’Inter, alla fine, la vince con pieno merito e si porta al terzo posto sorpassando lo stesso Milan.

Una bella soddisfazione per una compagine di cui era già stata sancita la fine prossima. Insieme ad una bella iniezione di autostima generale.

Tutto in vista di un finale di stagione che si preannuncia difficile e in cui sarà importante mantenere la giusta attenzione e concentrazione se l’obiettivo è arrivare in Champions League.

 

 

Print Friendly, PDF & Email