Nella nebbia di S. Siro ci sono due luci di Brozovic

Inter convalescente, ma mette sotto il Genoa…

L’Inter piazza la quarta vittoria consecutiva a S.Siro. Brozovic torna epic e sigla una doppietta che permette ai nerazzurri di vedere l’Europa. Sette lunghezze ci separano, infatti, dalla Lazio ma i giochi sono ancora aperti e promettono una lotta senza quartiere. Pioli gioisce e in un certo senso vede i primi risultati del proprio lavoro.
Il Genoa gioca bene. La squadra di Juric sviluppa un’ottima manovra d’attacco e presidia bene le fasce dove tra l’altro crea grossi problemi all’Inter. Alla squadra ligure manca l’acuto finale, quella concretezza sottorete importante per fare la differenza contro squadre blasonate come l’Inter.

Nei momenti in cui è il Genoa a imperversare a tutto campo è il croato Brozovic che assesta i colpi decisivi contro il Grifone. Autentiche spallate che mortificano il grande carattere e impegno della squadra genovese.
Il primo tempo vede, all’inizio, due squadre timorose ma con il passare dei minuti il Genoa prende coraggio e spinge sull’acceleratore alla ricerca del gol del vantaggio. D’Ambrosio salva il risultato respingendo sulla linea di porta un tiro di Lazovic e Handanovic si oppone ad un colpo di testa di Ocampos.

L’Inter soffre sulle fasce (in particolare Nagatomo su Lazovic) ed è incapace di offendere. Al 38’ Joao Mario batte un corner sul secondo palo dove nessuno sembra in grado di approfittarne per la battuta a rete; ci vuole così un piattone di destro di Brozovic per scatenare l’entusiasmo della gente interista. Vantaggio in cassaforte e proprio quando il Genoa dava l’impressione di poter segnare da un momento all’altro. La nebbia si dirada e i tifosi interisti riacquistano il sorriso.
Pioli è contento per il gol ma non della prestazione della squadra.

Nel secondo tempo il Genoa riparte alla carica e in più occasioni sfiora quel pareggio che avrebbe sicuramente meritato. Il tecnico nerazzurro toglie Palacio per Perisic con il chiaro intento di dare più sprint e linfa in avanti. I liguri sono sempre in partita, sono tonici e pimpanti. Al 24’ Joao Mario si prodiga in una prepotente discesa, fa scempio della difesa rossoblu, entra in area e serve all’accorrente Brozovic la palla del due a zero. L’Inter respira e va avanti. Tre punti preziosi.

Inter tutta la vita!

{loadposition EDintorni}