Prevale il Sion 2 – 0, nell’amichevole odierna di preseason

Sion a 3 giorni dal campionato, Inter pochi giorni di preparazione: non c’è gara

Un gol per tempo degli svizzeri, che a breve inizieranno il campionato, decidono il secondo match amichevole della pre-season nerazzurra

 

SION – Secondo impegno del pre campionato nerazzurro, con i ragazzi di Luciano Spalletti di scena a Sion per il Trophée de Tourbillon. Il mister sceglie ancora la linea a 4 in difesa e conferma Lautaro Martinez terminale offensivo con Politano, Nainggolan e Karamoh alle spalle. Nel Sion, squadra che nel prossimo week end inizierà il campionato svizzero, un paio di vecchie conoscenze del calcio italiano come Kasami e Adryan.

L’Inter nei primi 10 minuti l’Inter, che fa esordire la maglia Away 2018/2019, si affida al contropiede cercando di sfogare la velocità in fascia di Karamoh e soprattutto Politano, mentre Lautaro fa a sportellate al limite dell’area e ci prova con un paio di conclusioni ribattute dalla difesa. La prima vera occasione è però per Nainggolan al minuto 13, con un destro che sfiora l’incrocio alla sinistra di Maissonial.

Al 27′, dopo che Nainggolan ha già lasciato il campo per Emmers, i padroni di casa passano in vantaggio: corner dalla sinistra e Neitzke di testa approfitta di un’uscita difettosa di Padelli e fa 1-0. Fa il 33′ ed il 35′ ci provano prima Karamoh e poi Lautaro di forza, ma la difesa elvetica regge l’urto. Dall’altra parte il Sion va vicino al raddoppio con il destro di Carlitos che colpisce in pieno il palo: pallone che arriva sui piedi di Adryan, ma Padelli si supera e dice di no.

Partita più viva ora, al 36′ ci prova Gagliardini da fuori con un rasoterra che impegna Maissonial in una parata in due tempi; poi è Karamoh a sfiorare il palo alla destra del portiere dei padroni di casa ma il Sion chiude il primo tempo in vantaggio di una rete.

In avvio di ripresa dentro D’Ambrosio, Ranocchia e Candreva per Dalbert, De Vrij e Politano. Proprio D’Ambrosio è il più lesto su un corner a sbucare sul secondo palo per approfittare della spizzata di un compagno, ma il colpo di testa finisce alto di pochissimo. Inter in costante proiezione offensiva nonostante i molti cambi che spezzano un po’ il ritmo della partita; al 62′ dentro anche Salcedo e Icardi, alla prima apparizione stagionale. Un po’ a sorpresa al minuto 70′ arriva il raddoppio dei padroni di casa: uno-due al limite e Baltazar con un bel sinistro a giro sul palo lontano fa 2-0. L’Inter prova a riaprire la partita con la freschezza dei giovani che Spalletti inserisce nella mischia nell’ultimo quarto d’ora di gioco, anche se l’occasione migliore è ancora sulla testa di Karamoh che non riesce a indirizzare in porta un cross di Candreva.

L’Inter tornerà in campo già sabato a Pisa, quando all’Arena Garibaldi affronterà lo Zenit di San Pietroburgo: calcio d’inizio alle 20.15.
 

SION-INTER 2-0
Marcatori: Neitzke 27′, Baltazar 70′

SION: 30 Maissonial; 3 Maceiras, 16 Raphael Rossi, 19 Neitzke, 22 Abdellaoui; 10 Carlitos, 11 Adryan, 14 Grcic, 23 Mveng, 29 Kasami; 21 Moussa.
A disposizione: 1 Berchtold, 2 Lenjani, 5 Bambert, 8 Baltazar, 9 Daoudou, 17 Philippe, 20 Pinga, 24 Toma, 26 Epitaux, 27 Ndoye, 28 Uldrikis.
Allenatore: Maurizio Jacobacci

INTER: 27 Padelli; 29 Dalbert (46′ D’Ambrosio 33), 6 De Vrij (46′ Ranocchia 13), 37 Skriniar (75′ Zappa 67), 18 Asamoah; 5 Gagliardini (69′ Roric 65), 20 Borja Valero (62′ Salcedo 74); 16 Politano (46′ Candreva 87), 14 Nainggolan (24′ Emmers 40), 7 Karamoh; 10 Lautaro (62′ Icardi 9).
A disposizione: 1 Handanovic, 46 Berni, 59 Dekic, 32 Colidio, 64 Nolan, 68 Demirovic.
Allenatore: Luciano Spalletti

Ammoniti: Baltazar 59′, Maissonial 90′

Recupero: 2′ – 1′

Arbitro: Alessandro Dudic
Assistenti: Alain Heiniger e Sertac Kurnazca