Rammentiamo ai tifosi che la clausola rescissoria collegata al contratto di Icardi e riservata ai club esteri è scaduta alla mezzanotte di ieri.

Alle 24.00 di ieri 15 agosto 2018 è scaduta la clausola rescissoria del contratto tra Inter e Mauro Icrdi, riservata solo ed unicamente ai club esteri

Clausola rescissoria di Icardi scaduta, il giocatore è da oggi ancora vincolato al contratto in essere con scadenza 30 giugno 2018. Il Capitano vuole rinegoziare il contratto? Se ne parlerà…La società è disponibile a condizioni ragionevoli.

Vi ricordiamo, se ne avevate bisogno, che ieri, a mezzanotte, è scaduta la clausola rescissoria abbinata al contratto di Maur Icardi, valevole solo per i club esteri. Nessun club estero ha presentato richieste per ilnostro capitano, offrendo il pagamento dei 110 milioni di euro per avere l’attaccante argentino. Da oggi in poie sino alla fine del mercato qualsiasi club, italiano od estero sia intenzionato ad acquistare Mauro Icardi dovrà discutere il prezzo con l’Inter. Secondo quanto dichiarato tempo addietro dal management del club ora le parti si incontreranno per accordarsi sul prolungamento del contratto prima dell’inizio del campionato.

Wanda Nara, procuratore e moglie del giocatore, avrebbe in realtà voluto firmare il prolungamento subito dopo la fine della stagione scorsa, con la Champions League appena conquistata, ma la dirigenza del club nerazzurro non ha mai nascosto di avere altre priorità sul mercato e di non avere quindi fretta nel chiudere positivamente la vicenda.

Dopo un primo momento di impasse, la strada che porta al rinnovo è andata avanti senza strappi: il club ha fatto sapere di non aver ricevuto nei 15 giorni di validità della clausola nessuna offerta dai club esteri, che avrebbero avutola facoltà di esercitare il diritto di acquisizione del nostro cpitano, pagando la maxi clausola. Adesso, quindi, si va dritti premendo sull’acceleratore: secondo le intenzioni del club l’accordo in scadenza 2021  prolungato fino al 2023, con la società di corso Vittorio Emanuele II disposta a mettere sul tavolo una somma molto importante, tra 5 e 6 milioni di euro all’anno più bonus, con la possibilità di arrivare anche molto più in alto grazie a risultati straordinari, al momento in fase di definizione), tra Wanda Nara e la società.