Rinnovo Icardi: la situazione è molto problematica.

Si complica la situazione del rinnovo di  Mauro Icardi, come mai?

Si complica la situazione del rinnovo di  Mauro Icardi, come mai?

Wanda Nara pretende che l’ingaggio di Mauro vena praticamente raddoppiato, il giocatore è molto importante per l’Inter squadra con la quale ha segnato 120 gol dal giorno del suo arrivo.

Giocatore importante, importantissimo, ma non insostituibile. Se torniamo indietro di un po’ di anni, Angelo Moratti, per costruire la grande Inter, non esitò poi molto a cedere Antonio Valentin Angellillo, il più grande centravanti di tutti i tempi.

Madame Wanda non ha ben compreso che sta tirando troppo la corda con Marotta, uno assai duro da piegare.

Il contratto attuale scadrà a giugno 2021, l’ingaggio è ora sui 5 milioni, accompagnato da una clasuola da 110 milioni, valida solo per l’estero dal 1° al 15 luglio di ogni estate.

L’Inter vuole toglierla, Wanda tenerla e aumentarla in base al nuovo ingaggio: si alza in proporzione al ritocco”.

“L’Inter ha scelto una tattica attendista per due motivi: non ha ricevuto richieste di pagamento della clausola da parte di nessun club europeo ed ovviamente non vuole attivare la spirale del rialzo degli ingaggi.

Aumentare di troppo quello di Icardi significa aprire alle richieste degli altri.

Attenzione però, dalla Spagna giungono notizie  poco rassicuranti: la clausola è, come dicevamo valida solo per l’estero a decorrere dal 1° luglio per l’importo di 110 milioni di Euro.

Alcuni colleghi iberici ci hanno informato che il Real Madrid si sta muovendo… e se si muove il Real i 110 milioni della clausola divengono bruscolini ed il raddoppio dell’ingaggio di Icardi non sarebbe un problema che possa fare tremare Florentino Perez.

Molto francamente noi tifosi nerazzurri siamo piuttosto stanchi del modo di trattare della signora Nara, simile a quello di Raiola…

Un aneddoto: secondo voci provenienti da Torino, lo scorso anno la Juventus approcciò l’Inter per acquisire il diritto alle prestazioni di Icardi, ma Marotta pose una condizione inderogabile: “La Juventus non tratta con la signora Wanda Nara”.

Siamo in tempi in cui la clausola non è azionabile: quindi Marotta potrebbe mettere in atto una strategia favorevole all’Inter: o rinnovo nel breve, oppure cessione di Icardi a prezzo stabilito dall’Inter, ovviamente superiore all’importo della clausola.

La richiesta potrebbe essere Modric (33 anni e non 34), giocatore per nulla logoro e mai vittima di infortuni seri, ai quali le merengues dovrebbero aggiungere almeno 100 milioni di Euro, con i quali l’Inter potrebbe immediatamente acquistare Barella e Krzysztof Piątek, punta centrale del Genoa, per poi completare il rafforzamento della squadra nel mercato estivo…

Wanda: siamo molto seccati!

Print Friendly, PDF & Email