Roma – Inter 2 – 1, note di gara

Tra Dzeko e Manolas la rete del momentaneo pari di Banega: all’Olimpico tante occasioni ma alla fine è 2-1 per i giallorossi…

ROMA – L’Inter in campionato arriva da 5 risultati utili consecutivi e si presenta all’Olimpico con l’ormai classico 4-2-3-1 di cui Icardi è terminale offensivo supportato da Candreva, Banega e Perisic. Le due squadre partono senza timori reverenziali e conquistano un corner per parte nei primi due minuti di partita senza però chiamare in causa i rispettivi portieri. Al 5′ Roma in vantaggio: Peres si incunea in area dal lato corto, fa partire un cross teso sul quale Dzeko anticipa con l’interno destro tutta la difesa nerazzurra e porta avanti i giallorossi.

Al 7′ palo clamoroso di Banega. Icardi intercetta un pallone in orizzontale della difesa giallorossa, serve l’ex Siviglia che fa due passi e non ci pensa un attimo a cercare la conclusione dai 25 metri che però si stampa sul montante alla destra di Szczesny, ormai battuto. Insistono i nerazzurri con Candreva, che impegna ancora il numero 1 romanista con un tiro cross che nessuno devia ma rimbalza pericolosamente nei pressi dell’area piccola. Al 20′ contropiede fulminante di Salah che a tu per tu con Handanovic colpisce il palo esterno. Nei due minuti seguenti succede di tutto: Salah passa su Murillo ma Handanovic in uscita chiude tutto, sulla respinta ci prova dalla distanza De Rossi, ma ancora Samir si oppone con i pugni. Ripartenza nerazzurra con Joao Mario e Banega, palla a Perisic che carica il sinistro sul quale Szczesny si oppone con i piedi, poi una seconda volta su Banega. Il match va a 100 all’ora, Santon ferma una ripartenza di Salah ed è il primo ammonito della gara.

Il tema non cambia neppure nella seconda parte del primo tempo, con la Roma sempre pronta a ripartire con Salah e Perotti, forti dei ‘gialli’ che gravano dal 36′ su Santon e Ansaldi, e l’Inter che si affida alle geometrie di Joao Mario e Banega sempre pronti a verticalizzare. I giallorossi hanno due grandi occasioni prima dell’intervallo prima con Perotti e poi con Florenzi scatenati sulla fascia sinistra, ma l’Inter non è da meno: sinistro al volo di Candreva sul quale Szczesny si supera in volo, poi stacco perentorio di Miranda con Szczesny immobile ma palla fuori di un niente.

Nessun cambio all’intervallo tra i 22 in campo e nell’intensità; del match. Al 50′ Medel e Joao Mario provano a perfezionare una ripartenza lanciando Perisic nello spazio, ma il croato sbaglia l’ultimo tocco per Icardi. La risposta della Roma è un destro a giro di Perotti respinto da Handanovic, dall’altra parte Perisic prova ad andare da solo e a incrociare il mancino, messo in angolo da Szczesny. I padroni di casa ci provano sempre con Salah: l’egiziano prima serve l’inserimento sul secondo palo di Strootman che di testa manda alto, poi ci prova rientrando sul mancino ma Murillo devia in corner.

I ritmi calano inevitabilmente nell’ultima parte di match, ma le occasioni continuano ad accumularsi anche perchè le squadre si allungano. Al 68′ Nagatomo scappa sulla sinistra e centra per Icardi, il pallone arriva a Gnoukouri che però col sinistro calcia altissimo dal cuore dell’area di rigore. Al 72′ il pareggio: Icardi e Banega si scambiano i ruoli, con il capitano che serve Ever con un tocco morbidissimo oltre la linea difensiva giallorossa, controllo, dribbling secco su De Rossi e sinistro sul primo palo a battere imparabilmente Szczesny.

L’equilibrio dura però 4 minuti: punizione dalla destra di Florenzi, testa di Manolas, doppia deviazione fortuita prima di Perisic e poi di Icardi e nuovo vantaggio giallorosso. All’88esimo Handanovic tiene vive le speranze con una parata strepitosa su un colpo di testa ravvicinato di Dzeko, poi è lo stesso portiere sloveno a tentare di rendersi pericoloso sull’ultimo corner del match, ma nonostante gli sforzi dei nerazzurri il match si chiude dopo 3 minuti di recupero.

ROMA-INTER 2-1

Marcatori: 5′ Dzeko, 72′ Banega, 76′ Manolas

ROMA</strong>: 1 Szczesny; 13 Bruno Peres, 44 Manolas, 20 Fazio, 3 Jesus; 16 De Rossi, 6 Strootman; 11 Salah (69′ El Shaarawy 92), 24 Florenzi (89′ Nainggolan 4), 8 Perotti; 9 Dzeko.
A disposizione: 18 Lobont, 19 Alisson, 5 Paredes, 7 Iturbe, 10 Totti, 17 Seck, 30 Gerson, 33 Emerson.
Allenatore: Luciano Spalletti.

INTER: 1 Handanovic; 15 Ansaldi (62′ Nagatomo 55), 25 Miranda, 24 Murillo, 21 Santon; 6 Joao Mario (60′ Gnoukouri 27), 17 Medel; 87 Candreva (70′ Jovetic 10), 19 Banega, 44 Perisic; 9 Icardi.
A disposizione: 30 Carrizo, 5 Melo, 7 Kondogbia, 8 Palacio, 13 Ranocchia, 23 Eder, 33 D’Ambrosio, 95 Miangue, 96 Barbosa.
Allenatore: Frank de Boer

Ammoniti: Santon (24′), Ansaldi (36′), Jesus (64′)

Recupero: 1′ – 3’Arbitro: Banti

Assistenti: Di Fiore, Crispo, IV uomo: Longo – Addizionali: Rocchi, Damato.

{loadposition EDintorni}

Print Friendly, PDF & Email