Sampdoria – Inter 1 – 0, note di gara

Una rete di Quagliarella nel finale di primo tempo decide la sfida del “Ferraris”. Traversa di Palacio nel recupero…l’Inter va sotto ancora…

GENOVA – Inter di scena al ‘Ferraris’ contro la Sampdoria per l’11esima di campionato. De Boer conferma quasi in toto la formazione che ha battuto il Torino mercoledì, inserendo il solo Santon al posto di Nagatomo, mentre Giampaolo cambia totalmente l’attacco riproponendo Muriel, Quagliarella e Fernandes.

Primi minuti di studio, in cui le due squadre collezionano un corner per parte senza creare pericoli alla porta avversaria. Prima occasione al 7′ su una palla giocata in profondità dalla difesa doriana, velo di Barreto per l’inserimento di Quagliarella che prova il destro di prima ma ‘strozza’ troppo la conclusione. Sul ribaltamento Eder dalla sinistra centra per Icardi, il cui appoggio non trova nessun compagno a rimorchio per la conclusione. La prima vera occasione per i padroni di casa arriva al 12′: tre contro tre orchestrato da Fernandes, che sceglie l’opzione Muriel alla sua sinistra, ma l’attaccante colombiano chiude troppo il mancino e non trova la porta. Al quarto d’ora Handanovic viene impegnato per la prima volta da Muriel, il portiere sloveno blocca a terra.

Alla mezz’ora, sugli sviluppi di un corner, Barreto in anticipo sul primo palo impatta con il destro e colpisce il palo esterno. Il primo squillo dei nerazzurri lo suona Candreva, con un destro dalla distanza che costringe Puggioni al tuffo sulla destra per mettere in angolo. L’Inter cresce nella seconda parte del primo tempo e va vicina al vantaggio con Brozovic, che rientra sul sinistro mettendo a sedere Skriniar ma col mancino scheggia la traversa. Il vantaggio, però, lo segna la Sampdoria: Quagliarella riceve palla nel cuore dell’area da Linetty e col sinistro incrocia l’1-0.

L’Inter esce subito forte dagli spogliatoi: dopo 21 secondi Eder mette sedere Sala, entra in area dalla sinistra e conclude con il destro, trovando la potenza ma non la precisione. Ritmo più basso nella ripresa, prova a riaccendere il match Muriel che semina Santon e Murillo e cerca Quagliarella con un cross teso sul quale si avventa in uscita bassa Handanovic. I nerazzurri tornano a spingere, costruendo una gran mole di gioco e collezionando cross con Candreva e Eder, ma Icardi è sempre isolato in avanti e riesce solo in un’occasione a girare di testa verso la porta di Puggioni. La migliore occasione per il pari arriva al 67′: cross morbido dalla destra di Brozovic e Icardi, tutto solo sul secondo palo, manda incredibilmente alto.

De Boer sostituisce gli esterni ad un quarto d’ora dalla fine e inserisce Palacio e Perisic, quando le squadre naturalmente si allungano. Non ne approfittano prima Perisic, imbeccato da Brozovic, poi Budimir lanciato a rete da Fernandes, chiuso da Handanovic in uscita. L’ultima occasione, clamorosa, di Palacio che da un passo e da terra, in mischia, colpisce la parte interna della traversa. Il pallone rimbalza sulla linea ma non la varca, e si spengono così le ultime speranze dei nerazzurri di raddrizzare il match del ‘Ferraris’.

SAMPDORIA-INTER 1-0

Marcatori: Quagliarella (44′)

SAMPDORIA: 1 Puggioni; 22 Sala, 26 Silvestre, 37 Skriniar, 19 Regini; 8 Barreto, 34 Torreira, 16 Linetty; 10 Fernandes; 27 Quagliarella (77′ Budimir 47), 9 Muriel (88′ Alvarez 11).
A disposizione: 12 Krapikas, 92 Tozzo, 3 Amuzie, 6 Eramo, 13 Pereira, 14 Schick, 15 Krajnc, 18 Praet, 21 Cigarini, 23 Djuricic<br />
Allenatore: Marco Giampaolo

INTER: 1 Handanovic; 15 Ansaldi, 25 Miranda, 24 Murillo, 21 Santon; 77 Brozovic, 6 Joao Mario, 19 Banega; 87 Candreva (75′ Palacio 8), 9 Icardi, 23 Eder (75′ Perisic 44).
A disposizione: 30 Carrizo, 2 Andreolli, 11 Biabiany, 13 Ranocchia, 27 Gnoukouri, 33 D’Ambrosio, 55 Nagatomo, 95 Miangue
Allenatore: Frank de Boer

Ammoniti: Ansaldi (74′), Miranda (75′), Joao Mario (82′), Sala (83′)

Recupero: 1′ – 3′

Arbitro: Mazzoleni
Assistenti: Marrazzo, Peretti
IV uomo: Paganesi 
Addizionali: Guida, Mariani

{loadposition EDintorni}

Print Friendly, PDF & Email