Sarebbe ora di pensare a ciò che si scrive…

E' vero, esonerare Spalletti ed il suo staff costa un patrimonio, ma...

E’ vero, esonerare Spalletti ed il suo staff costa un patrimonio, ma…

Sarebbe ora di pensare a ciò che si scrive…

E’ vero, per esonerare Luciano Spalletti e tutto il suo staff costa un patrimonio, diciamo una cifra intorno ai 26 – 28 milioni lordi. Spalletti incassa, poi per 2 anni alla domenica va allo stadio col bandierone a tifare Fiorentina, a Roma è meglio che non vada, tira aria grama…

 

Poi il 1° luglio 2021 potrà rispondere alla chiamata di qualsiasi società e rispondere si accetto di allenare la vostra squadra. Ci permettiamo di fare alcune considerazioni:

  • Luciano Spalletti è nato a Certaldo il 7 marzo 1959, pertanto ha 60 anni e viaggia per i 61.
  • La storia ci dice che Spalletti quando è stato esonerato non è mai rimasto inattivo. Che significa? Molto semplice Luciano Spalletti e la società hanno trovato un accordo di risoluzione consensuale anticipata del contratto, magari accompagnato da una buonuscita.
  • Per effetto della risoluzione consensuale del contratto, il signor Spalletti può accasarsi il giorno  dopo, presso qualsiasi squadra che desideri ingaggiarlo ed iniziare una nuova avventura di allenatore.
  • Nel caso in cui decida di non addivenire ad una risoluzione anticipata del contratto, potrà riprendere l’attività di allenatore il 1° luglio 2021, tra 2 anni e 44 giorni, non un minuto prima. Quel giorno avrà passato i 62 anni e qualche mese. Da come ci descrivono Spalletti non è persona che si ferma per oltre 2 anni, con il rischio di bruciarsi 2 degli ultimi anni della sua carriera e senza la certezza di avere lo stesso valore in termini di ingaggio e di trovare subito una squadra che lo ingaggi. Certo avrà incassato dall’Inter, ma potrebbero anche essere gli ultimi danari che guadagna.
  • Nelle stanze dei procuratori girano già “rumors” che Spalletti, se troverà l’accordo di risoluzione consensuale con l’Inter abbia già proposte per accasarsi con altri club sicuramente importanti. Non facciamo nomi, dovrebbero essere ormai noti a tutti.

Sarebbe pertanto opportuno far presente ai lettori come stanno le cose, perché quando si parla di Inter e Spalletti a pagina 3, è solo un esempio, si parla di quanto costerebbe all’Inter esonerarlo, poi a pagina 4 si parla già della nuova squadra di Spalletti per la prossima stagione?

Come mai molti fini dicitori di calcio dimenticano questo piccolo dettaglio, che consentirebbe all’Inter di risolvere il suo rapporto con Luciano Spalletti?

Il Nerazzurro, l’unico vero quotidiano dei tifosi interisti!
Print Friendly, PDF & Email