Spal – Inter 1 – 2, breve commento della prestazione dei nerazzurri

 

Altra vittoria in campionato, faticosamente meritata

Spalletti schiera una squadra priva di D’Ambrosio, leggermente infortunato, De Vrji, Brozovic bloccato da una distrazione muscorale e Politano. La sfida di champions contro il PSV ha lasciato qualche segno e soprattutto qualche tossina nelle gambe e nella testa.

E’ rientrato Vrsaljko da infortunio, Miranda ha avvicendato De Vryi, Brozovic, bloccato all’ultim’ora da un infortunio muscolare ha guardato dalla panchina il suo sostituto, Borja Valero, Keita è stato schierato al posto dell’esterno più in forma del momento Politano.

Per il resto in campo gli uomini di Eindhoven. Semplici ha schierato una squadra con la quale ha voluto impremere alla gara ritmi forsennati, per far pagare dazio a Spalletti…

Se nel calcio bastassero i corridori, nel calcio, si potrebbe schierare la squadra italiana di atletica leggera, purtroppo per Semplici, nel calcio conta la variabile del valore tecnico e tattico dei giocatori, ovviamente il buzzo buono del capitano.

Maurito Icardi infatti, ha più volte insidiato la porta biancoazurra, infilando le due “pere” che hanno consentito a Spalletti di arrivare alla sosta per le nazionali allungando la striscia di vittorie che hanno portato l’Inter al terzo posto solitario in classifica.

Le giocate degli uomini di classe, pur in difficoltà, hanno però fatto la differenza: 3 interventi di Handanovic, la prestazione maiuscola di Skriniar, la “garra” di Vecino, l’intelligenza tattica di Borja Valero e la lucidità sotto porta di Maurito Icardi, hanno abbassato le sbarre del passaggio a livello agli spallini.

I ragazzi di Semplici, possono recriminare quanto vogliono, hanno sicuramente messo in difficoltà per lunghi tratti i nerazzurri, ma alla fine, guardando il tabellone luminoso si sono accorti di di aver lasciato i 3 punti all’Inter.

Lele Adani, commentatore, che personalmente stimiamo molto, sia per la sua competenza che per l’imparzialità, disse inizialmente: “ci saranno 2 partite, la primadi 70 minuti, la seconda di 20,da quelle 2 partite uscirà il risultato finale”….

L’Inter ha contenuto la Spal per 70 minuti, pur avendo sbagliato un rigore, ma gli episodi, poco contano… e proprio al 70° ha preso il pareggio di Paloschi….

Poi i cambi: Politano per Keità, Martinez per Borja Valero, ha abbassato il Ninja, ha trovato l’imbucata giusta con Perisic, che ha messo Icardi in posizione di sparo, gol ed i nerazzurri se ne vanno a casa e felici.

Semplici un po’ meno, la sua squadra ha disputato ottima gara, non sufficiente per mettere sotto l’Inter!

Print Friendly, PDF & Email