Home La Settimana Spezia-Inter 1-1, breve commento e pagelle dei nerazzurri

Spezia-Inter 1-1, breve commento e pagelle dei nerazzurri

Spezia-Inter 1-1, breve commento e pagelle dei nerazzurri. L'Inter domina in lungo ed in largo dopo la superpapera di Handanovic, almeno 20 azioni da gol, 2 pali e 2 gol annullati, ma la palla non entra.

Spezia-Inter 1-1, breve commento e pagelle dei nerazzurri

L’Inter domina in lungo ed in largo dopo la superpapera di Handanovic, almeno 20 azioni da gol, 2 pali e 2 gol annullati, ma la palla non entra.

Spezia-Inter 1-1, breve commento e pagelle dei nerazzurri. L’Inter domina in lungo ed in largo dopo la superpapera di Handanovic, almeno 20 azioni da gol, 2 pali e 2 gol annullati, ma la palla non entra.

Lo Spezia guadagna un punto prezioso contro l’Inter. La squadra di Italiano, che passa in vantaggio grazie ad una papera comica di Handanovic, ma viene raggiunta raggiunta sul finale di primo tempo dal gol di Perisic. Nella ripresa l’Inter si scatena e non concede più nulla agli spezzini, solo qualche rimessa laterale.

I liguri si rintanano tutti sottopalla, Conte ha provato in ogni modo a portare a casa la vittoria, ma i nerazzurri si scontrano contro la sfortuna – 2 pali e 2 gol annullati -, la tenace resistenza degli spezzini, che nonostante una ventina di azioni gol dei nerazzurri riescono ad evitare il gol del vantaggio interista.

L’Inter ha dominato in lungo ed in largo la gara e nonostante la serata sottotono di alcuni ragazzi, ha dimostrato di essere squadra, purtroppo questo è il calcio, a volte capita di prendere un gol balordo e, nonostante una pressione continua, di non riuscire a buttarla dentro. Sembrava che i liguri stessero difendendo Fort Alamo… Non importa, poco cambia in vista dell’obiettivo di Conte e dei ragazzi. Mancano 6 partite, 18 sono i punti disponibili, con 9 punti saremo campioni d’Italia. Mettiamoci tranquilli e giochiamo come sappiamo fare.

Le pagelle:

HANDANOVIC 3 – L’errore sul gol di Farias è pesante: dopo la papera di Napoli, lo sloveno torna a far parlare di sé in negativo.
SKRINIAR 6- – Non è chiamato a particolari interventi in chiusura, si vede più spesso davanti che dietro… Non è un attaccante…
DE VRIJ 6 – Come al solito, Stefan è puntuale e preciso, senza strafare. Bravo a tenere Piccoli nel gioco aereo facendo valere l’esperienza.
BASTONI 6 – Nel primo tempo l’Inter spinge soprattutto a sinistra ma lui, gioca praticamente da terzino, perchè? Ogni tanto rallenta la manovra.
HAKIMI 7 – Il migliore in campo in casa Inter: spinge con continuità come non si vedeva da tempo, da lui passano le occasioni più pericolose per i nerazzurri. Devastante.
BARELLA 6 – Solita partita totale dell’ex Cagliari, prezioso sia in chiusura sia nel mandare in porta i compagni. L’azione del gol di Perisic parte da una sua bella palla per Hakimi.
BROZOVIC 5,5 – Qualche lampo di grande regia, ma nel complesso la prova del croato è sottotono: lento di testa e di gambe.
ERIKSEN 6 – Inizia bene, con diverse sventagliate a tagliare il campo nei primi minuti. Con l’evolversi della partita, esce un po’ dal match. (Dal 73’ Alexis SANCHEZ 5,5 – Non riesce a incidere e tende a fare confusione).
PERISIC 6,5 – Spinge bene sulla sinistra e segna il pesante gol del pareggio: la fascia è sempre più sua. (Dal 73’ Ashley YOUNG 6 – Conclude una volta verso la porta, trovando l’opposizione della difesa. Poi poco altro).
LUKAKU 5 – L’Inter passa inevitabilmente dal belga, sempre più pivot in campo. Poco lucido: si divora il vantaggio in campo aperto uno contro uno contro Provedel: errore pesante. La rete arriva comunque più tardi, ma il fuorigioco di Hakimi la cancella.
LAUTARO 6 – Buona prova del Toro, anche lui beffato dall’offside nel finale come il suo compagno di reparto. Rispetto a Lukaku, l’argentino è più incisivo, soprattutto nel finale di partita.
All. Antonio CONTE 7 – L’Inter non riesce a ribaltare  lo svantaggio nonostante la netta superiorità. Il risultato sta stretto, ma qualcosa deve essere migliorato, Conte sa cosa fare.