Suning: “Ed ora, dal primo di luglio inizia il vero mercato”!

Zhang ha affidato a Walter Sabatini il primo commitment: “Liberare l’Inter dalla garrota del FPF”.

Suning: “Ed ora, dal primo di luglio inizia il vero mercato”!

Zhang ha affidato a Walter Sabatini il primo commitment: “Liberare l’Inter dalla garrota del FPF”.

Missione compiuta! Con la riservatezza e la grande abitilità che gli viene unanimemente riconosciuta, Walter Sabatini ha centrato la prima missione affidatagli da Suning: chiudere la partita della parità di bilancio riguardante il FPF, riducendo a zero la cessione dei nostri big, in modo da consentire a Spalletti di valutare la rosa attuale, chi muovere in uscita e chi mantenere. Walter il grande ha portato a termine il suo commitment entro i tempi stabiliti, senza uscire dai vincoli stabiliti da Zhang, concedendosi il lusso di accasare in nerazzurro alcuni giocatori decisamente importanti per lo scacchiere di Spalletti e di preparare le uscite di altri giocatori in esubero. Ora Sabatini si sta preparando alle operazioni di rafforzamento dell’organico. La prima attenzione sarà data a 1 o 2 due esterni bassi, ad un forte centrocampista, Naingollan??? e ad un top player che potrebbe essere Di Maria. Forse, dietro richiesta di Luciano Spalletti sta valutando la possibilità di agganciare anche un nuovo portiere molto apprezzato dal tecnico, Szczesny? Sono in corso i colloqui con gli agenti ed i club dei profili individuati, al fine di determinare le giuste chiavi per sbloccare quelli che oggi sono abboccamenti e che dovranno divenire trattative prima e colpi di mercato poi. Ora che il club non ha dovuto svendere nessuno dei suoi migliori giocatori, Sabatini potrà eventualmente utilizzarli come contropartite tecniche laddove si apra lo spiragglio per operazioni in cui le contropartite tecniche siano inseribili, oppure in operazioni di cessione dei nostri migliori giocatori per arrivare a top players. Ad oggi ha speso pochissime parole sul futuro: “L’Inter sta lavorando bene ed in silenzio”, noi continuiamo a credere in Walter Sabatini. Amala!

{loadposition EDintorni}

 

Print Friendly, PDF & Email