TIM CUP, Inter – Bologna 3-2 D.T.S

Doppio vantaggio con una spettacolare rovesciata di Murillo e gol di Palacio, poi il Bologna pareggia i conti. Ai supplementari risolve Antonio Candreva. Inter ai quarti.

 

Primi lampi di Inter con Palacio molto attivo sul filo del fuorigioco e che per due volte riesce ad entrare in area dal lato corto alla destra di Da Costa, ma prima Gagliardini e poi Joao Mario vengono anticipati sullo scarico dell’argentino. Al 7′ punizione dal vertice destro dell’area bolognese: la conclusione di Eder è alta. La prima occasione degli ospiti nasce da un contrasto giudicato regolare tra Donsah e Gagliardini al limite dell’area del Bologna: Dzemaili guida il contropiede, il pallone arriva a Destro ma la conclusione è contrastata da Medel. Dall’altra parte ci prova Barbosa al 19′, servito nel cuore dell’area da Joao Mario, ma anche in questo caso la conclusione è murata dalla difesa.

La prima conclusione verso la porta ospite è di Barbosa, al 23′: il brasiliano si accentra dalla destra e prova la conclusione rasoterra sul primo palo, bloccata a terra da Da Costa. Al minuto 34 il gol capolavoro di Jeison Murillo: corner dalla destra battuto da Joao Mario, il difensore colombiano dall’altezza del dischetto del rigore sfodera una rovesciata che si infila sotto l’incrocio e fa letteralmente esplodere il tifo nerazzurro. Cinque minuti e arriva il raddoppio. Palacio inizia l’azione sventagliando un lancio di 40 metri per Joao Mario, che dalla destra serve il taglio perfetto dell’argentino: controllo a seguire con il sinistro e, anticipando l’intervento di Oikonomou, destro incrociato a superare ancora Da Costa. Al 43′ gli ospiti accorciano le distanze grazie alla sfortunata deviazione di Kondogbia su un destro dal limite di Dzemaili, che mette fuori causa l’incolpevole Carrizo.

Stessi 22 in campo alla ripresa del gioco e Bologna subito arrembante nei primissimi minuti alla ricerca del pareggio. Le occasioni migliori però sono dei nerazzurri. Al 48′ colpo di testa di Joao Mario su cross di Eder, fuori di poco. Al 52′ sugli sviluppi di un corner il pallone mancato da Gagliardini arriva nei pressi di Palacio che però non riesce a dare forza alla conclusione. Due minuti dopo è ancora Eder a provarci con il destro dal vertice dell’area, ma il pallone colpito troppo d’esterno finisce largo. È un monologo nerazzurro: al 58′ triangolo fra Eder e Barbosa, il pallone torna all’attaccante azzurro che col sinistro dal limite sfiora il palo alla sinistra di Da Costa. Al 65′ Gagliardini serve l’ennesimo taglio in profondità di Palacio, che non ci pensa due volte e calcia da posizione angolata: Da Costa respinge, poi Krafth anticipa l’intervento di Barbosa e spazza.

All’improvviso ecco il pareggio degli ospiti: cross dalla sinistra di Di Francesco, terzo tempo di Donsah che buca la difesa nerazzurra e trova il gol del 2-2. Non si ferma però la spinta dell’Inter, che al 77esimo ha una grandissima occasione con il neo entrato Icardi, che non riesce a trovare la deviazione in spaccata sul cross di Eder dalla sinistra. L’Inter continua a spingere fino al 90esimo ma non trova il nuovo vantaggio e così, dopo 3′ di recupero, la gara prosegue ai tempi supplementari.

L’ultimo cambio dopo Icardi e Candreva è Brozovic, che rileva Eder al 93esimo. L’Inter torna avanti al 98esimo con Candreva: azione insistita sulla sinistra, Icardi centra dalla destra un pallone che Candreva raccoglie sul secondo palo e calcia in porta col mancino. Stavolta la deviazione ‘fortunata’ per i nerazzurri è di Oikonomou, che spiazza Da Costa. Nel secondo tempo supplementare l’Inter gestisce il vantaggio, continua a farsi vedere dalle parti della porta ospite e ha una clamorosa occasione per chiudere il match al 113′ con Joao Mario, servito con un delizioso esterno destro da Icardi. Il portoghese anticipa l’uscita di Da Costa ma, da posizione leggermente defilata, impatta male con il sinistro e calcia alto. Nerazzurri sempre in controllo, ultimo minuto di possesso palla e triplice fischio che sancisce il passaggio ai quarti di finale.

INTER-BOLOGNA 3-2
Marcatori: Murillo (34′), Palacio (39′), Dzemaili (43′), Donsah (73′), Candreva (98′)

INTER: 30 Carrizo; 33 D’Ambrosio, 17 Medel, 24 Murillo, 15 Ansaldi; 5 Gagliardini, 7 Kondogbia; 96 Barbosa (70′ Candreva 87), 6 Joao Mario, 23 Eder (93′ Brozovic 77); 8 Palacio (70′ Icardi 9).
A disposizione: 1 Handanovic, 46 Berni, 2 Andreolli, 11 Biabiany, 13 Ranocchia, 21 Santon, 27 Gnoukouri, 55 Nagatomo, 95 Miangue.
Allenatore: Stefano Pioli

BOLOGNA: 1 Da Costa; 4 Krafth, 2 Oikonomou, 20 Maietta, 25 Masina; 17 Donsah, 5 Pulgar, 31 Dzemaili (70′ Nagy 16); 22 Rizzo (60′ Mounier 7), 10 Destro (78′ Okwonkwo 30), 14 Di Francesco.
A disposizione: 83 Mirante, 97 Sarr, 6 Viviani, 11 Krejci, 13 Brignani, 15 Mbaye, 26 Floccari, 42 Frabotta, 80 Bianconi.
Allenatore: Roberto Donadoni

Ammoniti: Donsah (51′), D’Ambrosio (63′), Di Francesco (102′), Medel (105′), Candreva (109′)

Recupero: 1′ – 3′ – 1′ – 0′

Arbitro: Mariani
Assistenti: Di Fiore, Schenone
IV uomo: Mazzoleni

{loadposition EDintorni}

Fonte Sito Ufficiale F.C. Internazionale

Print Friendly, PDF & Email