Torino – Inter 2 – 2: i nerazzurri frenano nella corsa al terzo posto champions, valutazioni e pagelle…

Hart pasticcia e regala il primo gol a Kondogbia. I granata ribaltano il risultato con Baselli e Acquah. Nel finale altra papera del portiere e Candreva può pareggiare. Champions League più lontana…

Dopo le due vittorie consecutive conquistate ai danni di Cagliari e Atalanta, i nerazzurri passano in vantaggio all’Olimpico, subiscono il ritorno ed il vantaggio del Toro, ci pensa Hart a regalare il pareggio.

Valutazioni e pagelle:

Handanovic 5/6: uscita scellerata su Gallo-Belotti che poteva costare molto cara, fortunatamente rimedia Medel. Incolpevole sui gol dei granata: quando su palla inattiva arrivano a colpire nell’area 2 avversari, al 99% la palla va dentro e così è stato. Acquah, libero ed indisturbato mette col piattone destro a mezzo giro ad uscire sul palo lontano, quelle palle i portieri non le prendono, ma come mai il gocatore si è trovato non coperto in situazione così favorevole? Ce lo spieghino!

D’Ambrosio 7: non concede nulla a Ljajc, si fa tutta la fascia da solo, apoggiando Candreva o chi per lui ed alla fine ne ha ancora. Il fresco nazionale è stato sicuramente il migliore dei nerazzurri, i piedi non sono di velluto, ma grinta, corsa, lucità sul campo e dedizione alla causa gli meritano la palma del migliore.

Medel 6: il cileno viaggia sempre almeno sulla sufficienza nella fase difensiva, con le buone o con le cattive, salva Handanovic uscito fuori tempo su Belotti rischiando l’autogol, ma continua la corsa, taglia il granata e salva una situazione favorevolissima per il “Gallo”.

Miranda 6+: qualche errore in uscita, esce Medel entra Murillo e lui lo va a cercare su ogni palla che arriva, lo limita quasi sempre, ma Murillo che faceva?

Murillo: votazione? Boh??? Si alterna – poco – con Miranda quando il Gallo gira nella sua zona, lo contiene, non si fa mai saltare, ma….lasciamo perdere quando esce con la palla tra i piedi.

Ansaldi 5/6: si fa notare per il cross che porta l’Inter al pareggio, ringrazia Hart per l’uscita a vuoto ed incassa una quasi sufficienza. Per il resto? Limita un Iturbe spaesato e mette molta corsa sulla fascia dietro e davanti a Perisic. Poco costrutto. Suning prenda nota.

Gagliardini 5: la pegior partita del Gaglia da quando veste il nerazzurro milanese: gli riesce poco o nulla in fase di uscita e di appoggio, Tenta un paio di inserimenti da scordare, spesso in apnea sui ripiegamenti… Il ragazzo c’è, ma è indubbiamente stanco e le prestazioni di Kondogbià e Banega non lo aiutano sicuramente.

Kondogbià 7 in fase di contenimento, 4, media 5 e 1/2 in fase di uscita e di qualità di apporto alla manovra: conquista spesso palla per poi perderla nell’immediato; ai granata aveva segnato il suo primo e unico gol, si ripete con un’azione insistita, poi quando vede luce di tiro ci prova, non un tiro irresistibile. Hart si impegna davvero per regalargli il gol del vantaggio intrista. Giocatore indecifrabile: a tratti sembra che ci sia, in altri momenti non ne combina una giusta. C’è di peggio in giro, ma anche di molto meglio per il prezzo che è stato pagato.

Candreva 5/6: vicino alla sufficienza per la sicurezza con cui ha calciato il pallone del pareggio, per il resto confusionario… anche precchi errori.

Banega 5: inizia ordinato, poi pian piano si abbassa e si trova spesso isolato e fuori dalla zona nevralgica in cui dovrebbe giocare. Non è certo il giocatore visto nelle ultime settimane, probabilmente soffocato dalla corsa degli uomini di Mihajlovic.

Perisic 3 e 1/3: lascia Baselli libero di colpire e metterla in rete, rarissimamente salta l’uomo, non mette una palla in mezzo decente, si mangia almeno un paio di gol. Fuori forma? A noi parrebbe, ma la verità la sanno solo lui e Pioli che lo vede in settimana.

Icardi 5: non arrivano palle, un tiro strozzato ed un colpo di testa a lato… Belotti, il suo antagonista, non ha fatto sfracelli, ma ha dato di più alla sua squadra in fase di manovra ed ha lottato come un titano contro ogni avversario che lo contrastava, Miranda ha usato la classe, le buone e le cattive per tenerlo, ma che fatica.

Eder 6+: gioca più che altro in mezzo alle linee, un paio di ottimi tiri, sul secondo Hart riscatta parzialmente la sua partita, due buoni assist, ma non poteva fare di più, entrato a freddo e senza compagni di riferimento.

Pioli 5: in casa il toro è squadra vera, ha perso solo contro la Juve, l’Inter, nonostante tutto non si avvicina nemmeno alla vittoria. Ha segnato 2 gol grazie a strani episodi… Il terzo posto champions non si conquista così. Ma approfondiremo sul Mister nel nostro commento.

{loadposition EDintorni}