Torino – Inter 2 – 2, le note di gara

Match intensissimo all’Olimpico: vantaggio con Kondogbia, il Torino ribalta con Baselli e Acquah. Candreva fissa il pari nella ripresa

TORINO – Stefano Pioli conferma per la terza partita consecutiva l’undici titolare. I granata, che in casa hanno perso una sola partita in campionato, si affidano a Belotti supportato in avanti da Iturbe e dall’ex Ljajic. L’Inter spinge forte sulle fasce, soprattutto con Perisic, ma è da una palla in verticale di Candreva per Icardi che l’argentino crea la prima occasione del match, murata dalla difesa. I padroni di casa ci provano al 6′ con Iturbe, che rientra sul mancino ma calcia troppo centrale. Il Torino pressa alto e costringe all’errore in uscita i nerazzurri: su una palla persa Ljajic non riesce a sfruttare l’occasione, poi Medel sventa la minaccia.

L’Inter risponde con la solita percussione dalla fascia sinistra di Perisic che serve a centro area Icardi, appoggio laterale per Candreva che però non trova lo spazio per la conclusione. Al 19′ D’Ambrosio, fresco di convocazione in Nazionale, cerca il gran gol al volo dai 25 metri su una respinta di pugno di Hart, ma il destro è a lato. Al 28′ il vantaggio dei nerazzurri: Kondogbia riceve palla sul lato corto dell’area di rigore direttamente da una rimessa laterale, tiene fisicamente su Moretti, entra in area e calcia col mancino. Hart non è impeccabile e così il centrocampista francese trova il secondo gol in Serie A, ancora contro il Torino e ancora nella stessa porta.

Passano sei minuti e il Torino pareggia: corner calciato da Ljajic, Moretti sul primo palo prolunga e Baselli si ritrova solo nel cuore dell’area da dove non può sbagliare. Ancora da angolo arriva l’occasione del nuovo vantaggio per l’Inter, ma D’Ambrosio non riesce a dare forza al colpo di testa e Hart non si fa sorprendere. Il match resta intenso, senza pause, e così senza recupero Banti manda tutti negli spogliatoi al 45′.

Primi brivido dopo tre minuti quando sul lancio di Zappacosta, Belotti salta Handanovic ma Medel impedisce che il pallone rotoli in rete e allontana. Continuano a spingere i padroni di casa: al 51′ punizione dal limite di Ljajic che si infrange sulla barriera. Al 55′ doppia occasione nel giro di pochi secondi per il Torino. Prima Belotti col mancino chiama Handanovic all’intervento con i piedi, il pallone schizza dalle parti di Lukic che conclude da due passi a porta praticamente vuota ma Miranda devia in corner. Due minuti dopo il primo cambio di Stefano Pioli è obbligato: Medel non ce la fa dopo aver piantato male il piede sul terreno dell’Olimpico, al suo posto Murillo.

Il vantaggio granata è nell’aria è arriva al 60′ con Acquah, che dal limite trova un destro a giro che si infila sotto l’incrocio alla destra di Handanovic. L’Inter agisce subito con Icardi, da due passi, ma Hart stavolta è miracoloso e devia sulla traversa. Continuano a spingere i nerazzurri che riagguantano il match al 62′: corner dalla sinistra, Hart smanaccia sul secondo palo dove Candreva controlla e calcia di potenza trovando lo spiraglio giusto.

Gli ultimi due cambi di Pioli per andare a caccia del gol vittoria sono Eder e Brozovic. A dieci dalla fine ci prova Perisic dal limite con un mancino radente ma troppo largo. Continua a spingere l’Inter, ma il destro secco di Eder trova ancora una volta il volo di Hart. Ultimi minuti col fiato sospeso: due volte ci prova Belotti di testa, poi sul ribaltamento di fronte Rossettini ‘mura’ in corner il mancino di Perisic. Al 90′ ancora il croato ha sul destro il pallone del vantaggio, ma Perisic si coordina male e calcia alto. In pieno recupero terza occasione per Perisic, lanciato a rete da Eder, che allunga il palo e con il sinistro calcia ancora una volta alto. Gli assalti finali non scalfiscono più la difesa granata e così il match del’Olimpico finisce, dopo 6 minuti di recupero, sul 2-2.

TORINO-INTER 2-2
Marcatori: Kondogbia (27′), Baselli (33′), Acquah (60′), Candreva (62′)

TORINO: 21 Hart; 7 Zappacosta, 13 Rossettini, 24 Moretti, 3 Molinaro; 8 Baselli (84′ Maxi Lopez 11), 25 Lukic, 6 Acquah; 19 Iturbe (70′ Falque 14), 9 Belotti, 10 Ljajic (65′ Boyè 31).
A disposizione: 1 Padelli, 90 Cucchietti, 4 Castan, 15 Benassi, 16 Gustafson, 18 Valdifiori, 23 Barreca, 29 De Silvestri.
Allenatore: Sinisa Mihajlovic

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 17 Medel (57′ Murillo 24), 25 Miranda, 15 Ansaldi; 5 Gagliardini, 7 Kondogbia (76′ Brozovic 77); 87 Candreva, 19 Banega (61′ Eder 23), 44 Perisic; 9 Icardi.
A disposizione: 30 Carrizo, 2 Andreolli, 6 Joao Mario, 8 Palacio, 11 Biabiany, 20 Sainsbury, 21 Santon, 55 Nagatomo, 96 Barbosa.
Allenatore: Stefano Pioli

Ammoniti: Maxi Lopez (95′)

Recupero: 0′ – 6′

Arbitro: Banti
Assistenti: Dobosz, Fiorito
IV uomo: Di Fiore
Assistenti addizionali: Rocchi, Mariani.

{loadposition EDintorni}

Fonte: SitoUfficiale F.C. Internazionale