UCL Inter-Barcellona 1-1, le pagelle dei nerazzurri

L'Inter non vuole morire mai! La squadra in svantaggio cerca e trova il pareggio che ci tiene attaccati alla qualificazione. Il girone è davvero di ferro. Prestazione dai due volti: troppo contratti nel primo tempo, l'atteggiamento in campo migliora nel secondo tempo, andiamo sotto, ma riprendiamo il punto che ci tiene attaccati alla qualificazione... Ma che squadra il Barcellona!

Prestazione dai due volti: troppo contratti nel primo tempo, l’atteggiamento in campo migliora nel secondo tempo, andiamo sotto, ma riprendiamo il punto che ci tiene attaccati alla qualificazione… Ma che squadra il Barcellona!

Handanovic: 7 Nessun intervento prodigioso, ma tante importanti parate non semplici per blindare il risultato. Fino al gol di Malcolm quando viene sorpreso dal tiro che passa in una selva di gambe. Reattivo.

Vrsaliko: 6 Non disdegna qualche avanzata, ma si preoccupa più delle avanzate di Jordi Alba e Coutinho. Aggredito

Asamoah: 6 Anche lui come il compagno sulla destra si dedica soprattutto alla fase difensiva. Lo fa discretamente anche se perde qualche pallone sanguinoso sul pressing catalano. Preoccupato.

Skriniar: 6,5 Insieme a De Vrij ha il compito scomodo di marcare Suarez, uno dei centravanti più esperti e forti al mondo e lo fa discretamente concedendo solo un paio di conclusioni scomode all’uruguaiano. Roccioso

DeVrij: 6,5 La difesa è spesso sotto pressione perché il centrocampo fa fatica a tenere palla. Anche lui come il compagno è sempre pronto a chiudere su Suarez e a respingere le conclusioni di Coutinho. Attento

Naingollan:6 La coperta è un po’ corta a centrocampo e ha dovuto stringere i denti, ma non era al meglio e si è visto. Finchè il fisico lo assiste rincorre palla e avversari come tutti. Guerriero

Borja Valero (dal 60’ per Naingollan):6 Importante la sua mezzora per far rifiatare Naingollan e per provare a gestire un po’ il possesso palla, anche se la palla come tutti più che altro la rincorre. Prezioso

Brozovic: 6,5 Corre tantissimo e recupera un’infinità di palloni, cercando quando può di giocare la palla. Le sta giocando tutte e finisce in debito di ossigeno. Infaticabile

Lautaro: (dal 84’per Brozovic) 6,5: gioca pochissimi minuti ma riesce lo stesso con un guizzo ad accendere una scintilla che Icardi trasforma dopo un batti e ribatti in area nel gol del pareggio. Estroso.

Vecino: 6 Partita di grande corsa e sofferenza in mezzo ai grandi palleggiatori catalani. Decisiva la sua presenza in area blaugrana in occasione del pareggio di Icardi. Lottatore.

Perisic: 6 Pericoloso in contropiede negli spazi lasciati dal Barcellona, un paio di assist pregevoli per i compagni, soprattutto un cross morbido per Politano che impatta di testa ma sfiora in bersaglio. Anche lui si sacrifica come tutti i compagni. Cresciuto.

Politano: 6,5 Quando corre palla al piede e punta la difesa del Barca è sempre pericoloso, molto prezioso anche in fase di ripiegamento. Non riesce a sfruttare un bel cross di Perisic mandando a lato di testa da posizione favorevole. Insidioso.

Candreva 6(dal 80’ per Politano): SV

Icardi:7 Non si vede molto, ma non era la sua partita. Si batte, ma non riceve palloni giocabili. Fino al minuto 87’ quando lavora un pallone sporco in mezzo all’area e lo trasforma in gol. Rapace.

Spalletti: 6 Si preoccupa più di non prenderle che di offendere. Non si sa se per scelta o per la superiorità del centrocampo catalano. L’Inter subisce molto ma lo fa come una squadra. Dopo il gol del Barca butta dentro Lautaro e da un suo guizzo scaturisce un pallone in area per Icardi e il pareggio dell’Inter. Ora per completare l’opera serve un punto a Londra.

Print Friendly, PDF & Email