Verso Benevento – Inter: una sola rete realizzata e 16 subite, il campionato del Benevento sembra essere già finito.

Dopo la sfida contro l’Inter tutto potrebbe cambiare Sale l’attesa in casa dei sanniti

Verso Benevento – Inter: una sola rete realizzata e 16 subite, il campionato del Benevento sembra essere già finito.

Dopo la sfida contro l’Inter tutto potrebbe cambiare Sale l’attesa in casa dei sanniti

Benevento per la prossima sfida con una delle big del campionato. Nonostante il pessimo inizio di campionato, la tifoseria sannita ha già esaurito tutti i biglietti per la gara casalinga contro l’Inter valida per la settima giornata del campionato di Serie A. Il clima all’interno della società non è dei migliori e i risultati finora ottenuti non fanno altro che condannare la squadra ad un’inesorabile retrocessione già a fine settembre. I numeri parlano chiaro: con sei sconfitte consecutive, un solo gol segnato (peggior attacco del campionato con l’Hellas Verona) e 16 subiti (che vuol dire peggior difesa), il neopromosso Benevento ha stabilito uno dei peggiori inizi di stagione per una squadra di Serie A, nonché uno dei peggiori esordi mai avvenuti nella massima serie del campionato italiano. Negli altri maggiori campionati d’Europa ci sono soltanto due squadre che stanno ancora aspettando una vittoria: in Inghilterra il Crystal Palace è fermo a zero punti con sei sconfitte in sei partite, ma ha battuto Ipswich Town e Ipswich in Coppa di Lega; in Spagna il Deportivo Alaves – che ha da poco assunto Gianni De Biasi come allenatore – ha perso sei partite su sei ma ha numeri leggermente più incoraggianti di quelli del Benevento.

Ad aggravare la situazione del tecnico Marco Baroni è stata la sconfitta subita domenica scorsa in casa del Crotone, diretta rivale per la salvezza, con la sua squadra incapace di reagire allo svantaggio senza rendersi mai pericolosa. L’errore dal dischetto di Viola è stata solo la conferma del periodo buio che sta attraversando tutta la società. A peggiorare la situazione la notizia arrivata la scorsa settimana che ha confermato la positività al Closterol del capitano Fabio Lucioni, evento che ha letteralmente tagliato le gambe alla squadra, che sembra essere diventata impotente e impossibilitata a reagire. Nonostante la critica situazione che stanno attraversando i giallo-rossi il campionato è ancora alle porte e, come tutti gli amanti di calcio sanno, la salvezza si decide solo all’ultima giornata.

Ecco perché il Benevento può ripartire proprio dall’Inter. Perdere contro Icardi e compagni non cambierà la situazione dei sanniti. Non è di certo la squadra di Spalletti quella da battere, ma con il dovuto impegno e con un pizzico di fortuna un’eventuale pareggio, vista soprattutto la difficoltà di realizzazione dei nerazzurri, fornirebbe la scossa giusta per ripartire al meglio e cominciare il proprio campionato. Con la sosta per le nazionali alle porte ci sarebbe tutto il tempo per riorganizzarsi tatticamente e capire dove bisogna migliorare al più presto. L’eventuale scelta di un sostituto a Baroni potrebbe fornire la carica giusta per riorganizzarsi e lavorare al meglio cominciando a conquistare i punti necessari per cominciare a lottare per la salvezza. Ma quale può essere l’uomo giusto per sostituire il tecnico che ha regalato la storica promozione alla città di Benevento? Senza dubbi servono uomini d’esperienza e chi meglio di Edy Reja e Stefano Colantuono possono ricoprire questo ruolo? Se il primo ha avuto la la possibilità di allenare squadre del calibro del Napoli e della Lazio, il secondo è stato più a contatto con realtà simili a quelle della squadra sannita e per questo potrebbe essere veramente la scelta giusto per la rinascita. E’ naturale che solo l’allenatore può fare molto poco per la squadra, ecco perché addetti ai lavori e tifosi si aspettano una reazione da tutti i giocatori, uno su tutti Amato Ciciretti l’autore dell’unica rete del Benevento contro la Sampdoria.

Il gol realizzato dall’ex giocatore delle giovanili della Roma è senza dubbio uno dei più belli della Serie A e la tecnica fatta vedere dal classe 93’ dà buone speranze a tutti i suoi tifosi. Con la lunga assenza di Lucioni, si ipotizza l’arrivo di un nuovo innesto per la difesa e anche in questo caso l’arrivo di un uomo di esperienza può solo giovare all’ambiente. La società campana sta sondando tra gli svincolati e i nomi che potrebbero veramente cambiare il campionato sono quelli di Philippe Mexes, Cristian Zaccardo e Paolo Hernan Dellafiore. Tutte queste premesse sono state confermate anche dal Presidente Vigorito che ha affermato: “Ricominciamo da zero”. Il patron del Benevento Calcio, ha provat a risollevare l’umore della piazza dopo il disastroso avvio di campionato: “Dobbiamo essere tutti uniti perché possiamo risollevarci. Purtroppo la squadra che ha in mente l’allenatore Baroni non è mai scesa in campo, a causa di infortuni e altro. Subito dopo la fine del mercato ben sette calciatori sono stati convocati in nazionale. Adesso dobbiamo azzerare le sei partite e siccome molti calciatori non hanno una giusta preparazione perché sono arrivati in ritardo devono fare un’attività di lavoro come se il campionato iniziasse adesso”.

 {loadposition adorizzontale}