Verso Frosinone – Inter, la conferenza stampa di Mancini

Le parole del tecnico nerazzurro in conferenza stampa: “Ci sono ancora tanti punti in gioco, dobbiamo lottare anche quando le cose non vanno bene”
 
APPIANO GENTILE – Nella consueta conferenza della vigilia di Frosinone-Inter, Roberto Mancini ha risposto alle domande dei giornalisti nella sala stampa del centro sportivo “Angelo Moratti”. Dopo la sconfitta contro il Torino non c’è il pericolo di un calo delle motivazioni: “Ci sono 21 punti in ballo, non possono mancare le motivazioni e non si può pensare che l’obiettivo sia sfumato, dobbiamo lottare anche quando le cose non vanno bene. Nelle trasferte abbiamo avuto qualche difficoltà e credo sarebbe l’ora di tornare a vincere”.
“Finché ci sono punti a disposizione non si possono abbassare gli obiettivi. È difficile che la Roma perda 8 punti in 7 giornate, ma finché c’è la possibilità dobbiamo pensare di potercela fare. Siamo professionisti e anche se alcuni obiettivi non verranno raggiunti dobbiamo essere professionali al 100% fino alla fine”.
I nerazzurri hanno mancato alcune vittorie negli ultimi minuti di partita: “Ci sono momenti nella stagione in cui le cose non vanno bene. Abbiamo perso troppi punti in casa che sinceramente non meritavamo di perdere. Abbiamo fatto degli errori e purtroppo li abbiamo pagati anche troppo cari”.
“Nei finali di partita più si sta bassi e più si danno occasioni agli avversari di fare gol, anche se magari si crede di poter difendere meglio. Forse abbiamo sbagliato in qualche situazione del genere”.
Qualche domanda anche sul calciomercato: “Credo sia prematuro parlare di mercato. Manca un mese e mezzo e dobbiamo essere concentrati su questo, per trovare giocatori che possano darci una mano c’è tempo. Non sono neppure preoccupato per il mercato in uscita”.
Con l’occasione del rinnovo di Yuto Nagatomo, una domanda arriva anche sul rinnovo del tecnico: “Non ce n’è bisogno, io non sono un giocatore. Se lo fossi, avrei firmato per tanti anni. Per ora credo che sia importante finire bene e con delle vittorie. Ho ancora un altro anno di contratto”.
 
Sabato alle 15.00 l’Inter affronterà la trasferta di Frosinone con alcuni squalificati e Jovetic che potrebbe tornare disponibile per il campo: “Per i centrali abbiamo due opzioni, Medel e Jesus, in difesa siamo un po’ contati. Stevan sta bene, settimana scorsa si è allenato con noi ed è disponibile per domani. Spero che possa rifarsi di queste settimane in cui è stato fuori per problemi fisici”.