Verso Inter – Atalanta: nuova invasione dei tifosi interisti

Continuano a stupire i tifosi dell’Inter: l’anno scorso, nonostante i pessimi risultati, San Siro era sempre gremito per supportare i nerazzurri in campo.

Verso Inter – Atalanta: nuova invasione dei tifosi interisti

Continuano a stupire i tifosi dell’Inter: l’anno scorso, nonostante i pessimi risultati, San Siro era sempre gremito per supportare i nerazzurri in campo.

L’esercito dei tifosi continua ad aumentare! Questo grazuie all’ottimo lavoro svolto dall’Inter di Luciano Spalletti: ma sicuramente l’amore dei fan nerazzurri va oltre il risultato finale e il tabellino. Lo sottolinea il Corriere dello Sport, che scrive: “Altro pienone in arrivo, tifosi inarrestabili e con loro il carico di entusiasmo che avvolge l’Inter. Il popolo nerazzurro già fatto incetta di biglietti anche per il posticipo contro l’Atalanta, sulla scia di una media-spettatori che è la più alta di tutta la serie A: in questo momento si attesta oltre quota sessantamila a partita. Qualcosina di meno dopo il prossimo turno, alla ripresa del campionato, ma sono comunque numeri imponenti: l’obiettivo, nella sfida ai bergamaschi, è sfondare quota 55mila: in questo, il freddo novembrino – oltre all’orario serale di domenica – non è un buon alleato. Il numero di fedelissimi – continua il Corriere dello Sport -, ad ogni modo, cresce. La miccia è una classifica da vertigini che ha creato questa prima Inter di Spalletti: a incendiare l’atmosfera provvederanno i presenti allo stadio domenica sera. Il pareggio col Torino, prima della sosta, non ha raffreddato proprio nessuno.Giusto un mese fa, il derby che ha fatto traboccare di gioia il Meazza: San Siro gremito e ripagato con la miglior moneta: vittoria su rigore all’ultimo minuto, il massimo per un tifoso. Oltre 78mila spettatori quella volta, con oltre 4,8 milioni di incasso per il botteghino interista. In quel caso, prevendite aperte un mese prima e subito caccia. Contro il Torino, dieci giorni fa, si sono sfiorati i 72mila. Adesso i tifosi sono pronti a riallacciare il filo del discorso, dopo la pausa dovuta ai play-off Mondiali”.

Print Friendly, PDF & Email