Verso Inter – Chievo… Luciano Spalletti

Spalletti ci parla di Inter – Chievo…

Verso Inter – Chievo… Luciano Spalletti

Spalletti ci parla di Inter – Chievo… 

Spalletti a InterTV: “Contro il Chievo si vedrà se vi racconto bugie. Vecino? Può recuperare, ma…” Successo molto prezioso dell’Inter in Sardegna contro un buon Cagliari. Luciano Spalletti termina a InterTV la lunga sequela di intervista post-gara. “Magari ho fatto un po’ confusione, perché mettendoci mano poi magari si fa fatica a rimettere a posto i meccanismi. Loro hanno iniziato benissimo, ma la squadra forte sa trovare lo strumento per ribaltare. E oggi Mauro Icardi è stato lo strumento. Lui non si lamenta mai e applaude sempre tutti. Poi nel secondo tempo abbiamo ritrovato le distanze, i duelli, il fraseggio e vinto la partita in maniera netta nonostante le difficoltà”. E subito il terzo gol dopo la rete di Pavoletti. “Ne avevamo avute anche altre di situazioni sulle quali poter fare gol. Brozovic è entrato bene, Candreva ha strappato anche quando sembrava non averne più. Bravi anche Borja, Skriniar e Miranda. c’era da dare seguito a questi risultati e l’abbiamo fatto nel migliore dei modi. Lassù si viaggia fortissimo, quindi ci vuole poco a cambiare la psicologia della squadra. Se non hai la forza mentale, poi un episodio ti può ribaltare tutto: visto Dortmund-Schalke da 4-0 a 4-4? Noi dobbiamo ancora assestarci come mentalità, ma lo stiamo facendo nel migliore dei modi. Non vedo partite nelle quali ci sono saltati addosso come il Cagliari oggi”. Senza Miranda e Gagliardini tornerà utile quella cultura di cui parlava l’altra settimana? “Adesso si vedrà se racconto bugie o meno. Loro, quelli che ora verranno chiamati in causa, si sono allenati, avrebbero meritato più spazio. Ma nell’Inter funziona che uno va dentro e risolve le cose come hanno fatto i compagni di squadra”. Quali sono i ferri giusti del mestiere? “Saper interpretare le partite, soffrire aspettando il momento giusto, fare male al momento giusto. Stasera l’hanno dimostrato per intero”. Preoccupazione per Vecino? “Può recuperare, ma c’è anche il rischio che possa rimanere fuori. Fiducia completa nella squadra”.

Print Friendly, PDF & Email