Verso Inter-Empoli San Siro stracolmo: oltre 70mila spettatori.

Sarà una bolgia che riuscirà a spingere la squadra o un'eccessiva pressione che potrebbe bloccare una squadra in un momento involutivo?

Abbiamo l’ultima chance di qualificazione alla champions. Domani sera il verdetto finale.

Sarà una bolgia che riuscirà a spingere la squadra o un’eccessiva pressione che potrebbe bloccare una squadra in un momento involutivo?

Verso Inter-Empoli San Siro stracolmo: oltre 70mila spettatori.

Anche stavolta San Siro risponde presente: saranno in tantissimi a spingere l’Inter verso la Champions. Si prevedono circa 70milaspettatori, con circa 800 tifosi empolesi. Resteranno vuoti solo parte del settore ospiti e parte del terzo anello. Per il resto, gran pienone per l’ultima e decisiva gara dell’anno.

 

“Per questo domani il Meazza può diventare un fattore in due direzioni, opposte: se da una parte il club ha invitato i tifosi ad arrivare presto e far diventare lo stadio «una bolgia», la pressione che arriva dagli spalti potrebbe essere tanta e forse controproducente – avvisa la Gazzetta dello Sport -. La tensione fra gli interisti è alta da giorni, in molti arriveranno a San Siro nella speranza di togliersi la scimmia dalle spalle presto.

Così, come altre volte in passato, il rischio è che se non arriva il gol, la gente rumoreggi, influenzando una squadra che non spicca per personalità, specie dopo la frenata delle ultime settimane.

La Curva ha promesso supporto fino all’ultimo minuto di recupero, ma anche ‘guerra’ in caso di fallimento. Il resto dello stadio è probabilmente meno minaccioso, ma forse anche meno paziente”.

Siamo con la Curva: sosterremo la squadra per tutti i 90 minuti più l’eventuale recupero e poi sarà festa o sarà guerra!

Noi vogliamo aggiungere un pensiero: in caso di non qualificazione alla champions la società, la dirigenza, l’allenatore e lo spogliatoio deve però prendersi le proprie responsabilità e dimostrare a tutti che la scelta è stata presa per il bene dell’Inter e non per ripicche o capricci di gruppo.

Come già detto noi daremo tutto per sostenere l’Inter ma se fallirete l’obiettivo, la battaglia non sarà più per allontanare il solo Icardi ma per una totale rifondazione chiedendo l’esclusione di tutti coloro che saran stati protagonisti in negativo di una stagione che malgrado tutto rimaniamo fiduciosi possa ancora concludersi con la riconquista di un obiettivo importante che non mancheremmo certo di celebrare.

Se l’obiettivo non sarà centrato la responsabilità sarà di tutti e tutti dovranno pagare, dalla proprietà all’ultimo dei giocatori, senza distinzione.

L’obiettivo non potrà essere mancato per nessun motivo al mondo, dobbiamo vincere a qualsiasi costo, non importa come!

Noi abbiamo l’Inter nel cuore e ci rimarrà, ma chi ha sbagliato stavolta deve pagare!

 

Il Nerazzurro, l’unico vero quotidiano dei tifosi interisti!

Fonti: Gazzetta dello Sport – FC Inter News e commento della redazione.